Instagram per agenzie viaggi: la guida 2021

Tutto quello che devi sapere per costruire un account interessante, avere tanti follower e vendere più viaggi. La guida intelligente per fidelizzare gli utenti

E’ possibile vendere viaggi facendo marketing con Instagram? La domanda ha sicuramente una risposta affermativa ma non è cosa facile. Ecco perchè abbiamo preparato una corposa guida Instagram per agenzie viaggi.

Questo non significa che basta crearsi un pagina instagram per iniziare a vendere viaggi come se piovesse.

Che tu sia un agente di viaggi, un tour operator, un hotel o una qualsiasi struttura turistica o ancora fornitore di servizi per i turisti è importante seguire le regole che ti elencherò qui sotto. 

L’obiettivo non è come avere tanti follower su Instagram ma avere un profilo Instagram di successo, cioè che converte, e trovare nuovi clienti.

Aumentare follower Instagram deve essere un punto di passaggio per arrivare alle conversioni ma non la nostra ossessione.

Ti spiegherò come crescere su Instagram in maniera spontanea e naturale, in pratica come farsi seguire senza comprare follower Instagram.

Punteremo, come obiettivo intermedio, ad aumentare le interazioni Instagram (o engagement) che è il parametro più importante di tutti. 

Tutto questo è ancora possibile farlo anche dopo l’apocalisse della pandemia da Covid-19 e in questo periodo di ricerca di “nuova normalità” del turismo. 

Anche perchè i turisti sono cambiati ed hanno nuovi bisogni… 

IMPORTANTE.

Altra precisazione che mi preme evidenziare prima di tutto il resto è che, se pure facessi alla perfezione tutto quanto di seguito spiegato, non basterebbe. 

Infatti il tuo business non crescerebbe e non potresti vendere più esperienze turistiche o tour di gruppo se non coesisteranno altri elementi fondamentali e imprescindibili.

Allo stesso modo ti ricordo che è necessario inserire Instagram in una organica strategia di digital marketing se vuoi davvero far crescere il tuo business dei viaggi.

Perchè aprire una pagina business Instagram se vendi viaggi?

 Secondo i dati diffusi dallo stesso social network il 70% degli appassionati di viaggi usa Instagram per condividere i propri piani di viaggio, il 67% lo usa questa piattaforma per trovare ispirazione per i nuovi viaggi e il 61% trova cose da fare su Instagram mentre viaggiano. 

Se ti servono altri numeri ti consiglio di dare una occhiata a questo report ufficiale sul social travel su Ig. 

GLI ELEMENTI IMPRESCINDIBILI DI UN BUON SOCIAL MARKETING TURISTICO:

  1. qualità dell’offerta: se quello che vendi è scadente non c’è profilo instagram per agenzie viaggi di successo che tenga…
  2. professionalità: se manca allo stesso modo la tua fortuna avrà vita breve
  3. dialogo ed empatia con utenti e clienti. Potresti pubblicare foto da urlo, creare video per Instagram di agenzie viaggi bellissimi e coinvolgenti che tengono incollati tutti ma se non riuscirai ad instaurare un vero dialogo con la tua audience non riuscirai a convertire tutto questo in vendite. Se manca un dialogo e se manca l’empatia, cioè il sapersi sintonizzare con gli utenti, le belle fotografie rimarranno tali ed i video non serviranno a fare marketing o budget.

 

Ora siamo pronti per capire come avere una gestione Instagram per agenzie viaggi professionale al fine di essere ricordati dal nostro pubblico.

 

MARKETING INSTAGRAM PER AGENZIE VIAGGI IN 10 PASSI

1. CREARE UN PROFILO PROFESSIONALE

Per avere successo nel marketing dei viaggi su Instagram, anche dopo il Coronavirus, bisogna prendersi cura di tutti gli aspetti fondamentali come nome utente, nome, immagine del profilo, biografia, CTA (Call to action) e così via.
Riuscire ad organizzare il proprio profilo nel migliore dei modi significa partire con il piede giusto

Nome utente

Il nome utente è uno dei fattori più importanti per avere una pagina Instagram di successo perché il nome utente avrà effetto sulla SEO (ottimizzazione dei motori di ricerca) perchè le persone possono trovarti digitando su Google parole attinenti al tuo settore/obiettivo.
Scegliere un nome utente non deve dunque essere una questione di puro gusto o fantasia.

⇒ Se vendi tour in Tunisia la best practice è sicuramente includere nel nome utente le parole “tour” e “Tunisia”.
Oppure, se il tuo focus e vendere “viaggi di gruppo” dovresti optare per un nome che abbia forte attinenza logica e/o semantica con questo argomento.

⇒ Se punti sui pacchetti turistici con destinazione Giappone elabora un nome che contenga il significato di viaggio e la parola Giappone.

Come vendere su Instagram per agenzie viaggi agli stranieri?
Nel caso in cui la tua strategia di social marketing preveda la possibilità di vendere anche clienti stranieri il mio consiglio è di creare un account per ogni paese/lingua e sfruttare le stesse regole di sopra (per esempio “traveljapan”, una ottima soluzione infatti ne esistono vari profili sfruttando “_” e altri caratteri ammessi nel nome, manca però un “traveljapan_now” per esempio che personalmente sceglierei subito).

Poiché ci sono milioni di utenti su Instagram, scegliere un nome utente utile e performante è diventato un compito difficile. 

Puoi utilizzare in ogni caso anche questi altri suggerimenti per trovare il nome utente migliore per la tua pagina.

Cosa fare?

  • Usa “.” o “” o “-” per separare parole.
  • Iniziali/abbreviazioni: da aggiungere per esempio al tuo marchio. E’ preferibile utilizzare solo iniziali/abbreviazioni molto note come per esempio “it” per “Italia”, “mkg” per “marketing e così via.
  • Sfrutta la tua nicchia. individuare bene la tipologia di persone a cui ti rivolgi. Es: Viaggi in Marocco in moto? Io aggiungerei caldamente “_inmoto” al nome per attrarre gli amanti delle due ruote.
  • Il dominio del tuo sito web.
  • Usa il paese o il luogo. Es. marchio+ paese “viaggi-in-india” per l’Italia, “travelling_India_en” per gli anglofoni ecc

Il modo migliore per verificare la disponibilità del tuo nome utente è Instagram stesso.
Nella casella “cerca” digita il nome che vorresti scegliere e verifica se esiste già.

⇒ Un consiglio importante che dovresti ricordare è che il tuo nome utente deve essere il più semplice possibile.

Se le persone non riescono a leggerlo in 3 secondi e soprattutto non riescono a ricordarlo allora stai facendo nel modo sbagliato.

Nome

La scelta di un nome è molto più semplice e facile rispetto alla selezione di un nome utente, non c’è limite e puoi scegliere quello che ti piace. 

Alcune persone selezionano la propria professione o nicchia, altre selezionano il proprio nome o marchio.
Puoi anche usare le lettere maiuscole.
Il nome non ha alcun effetto sulla SEO ed è visibile solo nella tua pagina e in fondo ai post che scrivi o visualizzano.

Immagine del profilo Instagram per agenzie viaggi

L’immagine del profilo deve essere semplice e facilmente comprensibile per le persone. Significa che più di ogni altra cosa l’immagine del profilo ti renderà riconoscibile e le persone si potranno ricordare di te grazie a quell’immagine.

⇒  Per questo il mio consiglio è scegliere una immagine semplice con pochi dettagli e colori molto vivaci. Questo perchè le dimensioni solite sono ridottissime e la mente degli utenti ricorderà l’insieme di quella immagine.

⇒ Per le aziende la best practice vuole che nell’immagine di profilo venga inserito il logo.

E’ importantissimo avere un logo. 

Se non ce l’hai devi assolutamente crearlo tenendo ben presente che sia semplice e sia riconoscibile anche in dimensioni ridotte.
⇒ Dunque, da evitare segni e scritte troppo piccole o colori e forme che non si distinguano con precisione.

Per esempio il logo di SmartAds.it, pur non avendo una immagine perfettamente “leggibile” nel profilo Instagram (un cervello per metà chip) risulta unico e inconfondibile per il disegno e, soprattutto, per l’accostamento dei colori.

⇒ Per queste ragioni ti consiglio di non cambiare mai l’immagine del profilo: gli utenti potrebbero non riconoscerti più.

Biografia

La biografia è ciò che le persone vedranno sotto la tua immagine e il tuo nome. 

Hai la possibilità di scrivere testo e usare le emoji.

⇒ Il consiglio più importante che dovresti considerare qui è usare la biografia per “vendere” il tuo account Instagram per agenzie viaggi, non i tuoi prodotti.
Significa che sarebbe meglio concentrarsi per spingere gli utenti a seguirti (obiettivo più raggiungibile) che a vendere (obiettivo improbabile per un utente che ti ha appena conosciuto).

Scrivi una o due righe e parla dei vantaggi di seguire il tuo profilo. 

Spiega di cosa tratta la tua pagina, cosa vedranno o scopriranno le persone nel tuo profilo.
La parte finale deve essere una call to action come “iscriviti alla nostra newsletter”, “guarda le nostre offerte”, “i nostri last minute”, “leggi il nostro blog” ecc.
Di seguito aggiungerai l’unico link che ti è concesso su Instagram.
⇒ Siccome è una cosa molto importante ti consiglio di valutare Linktr.ee un servizio gratuito che ti permette di moltiplicare i link a tua disposizione.

Vendere viaggi con Instagram è possibile ma bisogna costruire strategie valide e sostenibili. Come fare?

2. INSTAGRAM PER AGENZIE VIAGGI: CONOSCI I TUOI FOLLOWERS

Prima di fare qualsiasi cosa e di elaborare strategie di marketing su Instagram devi conoscere alla perfezione qual è il tuo obiettivo e qual è il tuo target.
Devi dunque disegnare la tua buyer personas.

Buyer personas

Una buyer personas è una rappresentazione semi-fittizia del cliente ideale in base a ricerche di mercato e dati reali sui clienti esistenti. 

Quando crei l’identikit del tuo cliente tipo devi prendere in considerazione molti aspetti.

Non mi dilungherò su questo punto perchè questo aspetto è fondamentale e rientra nelle strategie di web marketing che devono essere sviluppate nella fase embrionale di ogni progetto imprenditoriale.

Dovresti domandarti in quale categoria principale inseriresti i tuoi clienti:

  • persone pratiche oppure il loro forte è la teoria?
  • dinamiche oppure no?
  • socievoli o solitarie?
  • emotive o razionali?

È importante sapere qual è la categoria principale che li contraddistingue perchè i tuoi contenuti dovranno sempre orientarsi tenendo conto questa categoria.
Per esempio: se i tuoi clienti amano l’avventura bisognerà puntare sull’azione, la dinamicità, sulle emozioni, la scoperta, l’incognito, le sfide.

Non potremo permetterci testi “lenti”, lunghi e noiosi ma post con frasi brevi, concise, come pennellate o colpi di cannone.

I video?

Dovranno essere coinvolgenti, veloci, sincopati, emozionanti ed entrare dentro il cuore della avventura (meglio della storia dell’avventura).

 

3. QUALITA’ DEI CONTENUTI

Posso affermare con certezza che il fattore più importante, naturale e spontaneo per attrarre le persone e renderle follower è la qualità dei contenuti.

Cosa significa? Avere belle foto?

Sì ma non solo e non sempre.

Avere video spettacolari con droni?

Sì ma non solo e non sempre.

Scrivere molto bene?

Certo ma non solo.


I contenuti di qualità sono quelli che riescono a fermare l’utente, a destare la sua attenzione per più secondi possibile.
Se i tuoi contenuti riescono a fare questo sono di “qualità” a prescindere dalla “qualità intrinseca”.

Prova a mettere una foto completamente sfuocata sul tuo profilo: i tuoi utenti di sicuro si fermeranno abituati come sono a foto perfette e patinate. 

SI fermeranno e potrai approfittare di qualche secondo per mandare loro il tuo messaggio. Il tuo contenuto è “di qualità” ma la tua foto è addirittura sbagliata e tecnicamente errata (persino da buttare).

Hai capito cosa intendo allora?

Le risorse da sfruttare

Per i tuoi contenuti esistono molti strumenti validi anche gratuiti che possono darti una grossa mano a creare progetti gradevoli e d’impatto.

Ma ricorda: alla base deve sempre esserci una strategia globale che ti dica cosa pubblicare su Instagram, perchè, quali obiettivi raggiungere, quale azione far compiere all’utente, dove dirigerlo ecc.

Tra gli strumenti che possono esserti utili ti cito velocemente alcuni che abbiamo testato:

FOTO GRATIS:

VIDEO GRATIS

GRAFICHE

VIDEO EDITING

ALTRO:
Repost (app)

Crea un percorso guidato per i tuoi follower di Instagram e scegli obiettivi  e conversioni intermedie

Marketing Instagram per tour operator

4. STRATEGIE DI MARKETING INSTAGRAM PER AGENZIE VIAGGI

Arriviamo ora al cuore delle strategie di social marketing per vendere viaggi con Instagram. Alcune di queste strategie hanno bisogno di un determinato tempo perchè possano dare i loro frutti.

Approfondiremo questi aspetti:

  • Strategie per gli hashtag
  • Attenzione per i follower
  • Taggare
  • Shoutout
  • Concorsi/quiz/iniziative

hashtag

Che cos’è un hashtag?

Un hashtag (#) è un tipo di tag utilizzato sui social network, che consente agli utenti di trovare facilmente messaggi di un determinato tema o ragomento.

Ciò significa che se carichi un’immagine e sotto di essa scrivi #vacanza, le persone che cercano un post con questo tag hash vedranno anche il tuo post e magari potranno apprezzarlo.

Gli hashtag sono la strategia principale che ti aiuta a migliorare la tua pagina.
La scelta degli hashtag giusti è fondamentale e non devi assolutamente sbagliare.
Postare con gli hashtag giusti significa intercettare le persone davvero interessate al tuo argomento/prodotto.

⇒ Se vendi viaggi in Perù all’estero potresti utilizzare #travelperu #peruadventure ecc così da poter incrociare tutti quelli che cercano un viaggio in Perù.

Facendo una ricerca su Instagram anteponendo il simbolo “#” potrai agevolmente trovarne altri sapendo anche quanti post sono legati ad ogni hashtag.

Puoi utilizzare al massimo 30 hashtag per post e all’inizio è fondamentale inserirli tutti.

Come sceglierli?

Ognuno può crearsi la propria strategia nella scelta degli hashtag.
C’è chi sostiene che i migliori risultati si ottengono suddividendo tutto in tre gruppi da 10.

  • I primi 10 hashtag scelti nel tuo specifico target devono avere più di 500mila post (meglio se 1mln) e possono essere più generici. (Es. #viaggiare #viaggio #vacanza #travelusa se vendi viaggi negli States…)
  • Il secondo gruppo da 10 deve essere compreso tra 100mila e 500mila post.
  • Il terzo gruppo deve essere il gruppo di hashtag esclusivamente di nicchia e descrivere il più precisamente possibile il tuo prodotto. (es.viaggiinmoto #viaggiinsolitaria #viaggiincamper #viaggidigruppo ecc)

Più gli hashtag sono precisi più la tua audience sarà qualificata cioè composta da persone che effettivamente sono interessati al tuo prodotto.

Una strategia per avere attenzione: come avere più follower su Instagram

Pensa agli argomenti che interessano i tuoi potenziali clienti.

Che cosa postano? 

Quali hashtag utilizzano?
Ipotizziamo che abbiano tanta voglia di viaggiare e che postino spesso ricordi di vacanze.

Potresti provare a controllare gli ultimi post con i tag #viaggiare #ricordidiviaggio #ricordiestivi perchè chi li utilizza ha probabilmente nostalgia e voglia di partire e viaggiare. Clicca sul tasto “Segui hashtag” e quando puoi metti like agli ultimi post con gli hashtag che tu hai scelto.

Questo ti dovrebbe dare visibilità qualificata nei confronti di persone che potrebbero essere tuoi potenziali follower.
Dopo qualche settimana puoi contare quanti nuovi follower hai totalizzato e se ti soddisfa oppure devi aggiustare il tiro.

Attenzione dei follower

Il tuo Instagram aziendale ha come scopo vendere più viaggi con Instagram

⇒ Per questo non ti servono trucchi per avere più follower su Instagram così come è incredibilmente stupido comprare followers o sfruttare i tantissimi gruppi Telegram per aumentare i “mi piace” su Instagram.

⇒ E’ doppiamente stupido perchè così non fai altro che inquinare i tuoi dati che invece potrebbero esserti molto utili. Per esempio per importanti strategie di marketing Instagram (retargeting remarketing). E, poi, perchè acquistando followers inquini anche la tua audience che sarà eterogenea (oltre che fasulla). 

Questo comporterà necessariamente un engagement bassissimo.

Con il tempo, buone tecniche e tanto lavoro i risultati arriveranno e saranno buoni per te. 

Meglio avere 3mila follower genuini e qualificati che 10mila comprati (tra account fake, stranieri, ecc).

Se il tuo obiettivo è crescere in maniera organica e spontanea allora devi puntare tutto sui metodi per catturare l’attenzione dei tuoi potenziali followers.

Obiettivo: intercettare persone interessate al tuo prodotto.

E’ importante come per le altre piattaforme individuare i tuoi principali competitors.

⇒ Studiali, controlla i loro post, fai una lista di quello che scrivono, come lo scrivono e quali argomenti utilizzano.

Quanto testo per post, che tipo di foto, quanti e quali video?

Come utilizzano le Storie?
Poi controlla i commenti dei post ed i likes: quelli possono essere tuoi potenziali clienti. 

Allora che fare?

1) Iniziare ad interagire con loro (like e commenti per diversi giorni)
2) iniziare a seguirli.

Per crescere su Instagram c’è bisogno di tanto tempo e tanto lavoro con l’obiettivo di sviluppare interazioni.

Tante interazioni al giorno portano molti risultati a fine mese…

Meglio interagire con i post più recenti di un determinato hashtag della tua nicchia (se sei il primo ti noteranno di sicuro).

⇒ Fai attenzione a non lasciare commenti standard, sfacciati, irritanti (es. “segui la mia pagina” ecc).

⇒ Pensa a cosa vuoi scrivere. Fare un complimento sincero è il top ma anche porre una domanda sul loro post può essere molto utile.

Le persone che stuzzicherai verranno a vedere il tuo profilo (e qui ritorna tutto quello che abbiamo già detto) e potrebbero decidere di seguirti o visitare il tuo sito.
Se costruisci bene la tua pagina per convincerli che stai offrendo valore, ti seguiranno.

Ecco come avere più visualizzazioni su Instagram.

Importante!

Non bisogna avere fretta perchè Instagram potrebbe bannarti se metti troppi like e commenti a valanga (sulla versione desktop bastano poche decine di like per ottenere un blocco, da mobile è più permissivo).

Fai con calma anche perchè gli stessi utenti potrebbero “sgamarti” e capire che stai agendo con secondi fini. 

Se ti sono piaciuti 4 dei loro post in meno di un minuto con 2 commenti, saprà che stai solo facendo social marketing e non stai cercando interazione spontanea.

Taggare

Una strategia molto delicata da utilizzare (perchè può infastidire) è quella di taggare pagine specifiche.
Individua pagine che seguono le persone del tuo target e taggale sia nella didascalia che nel post.

In questo modo il tuo post sarà visibile nella sua pagina e alcuni dei suoi follower potrebbero controllare quella sezione e vedere il tuo post. Se la qualità dei contenuti è buona, diventeranno tuoi follower.

Conviene scegliere pagine con moltissimi follower per avere un buon riscontro.
Puoi fare lo stesso utilizzando l’applicazione repost per ripostare un contenuto che può andar bene per la tua pagina di qualcuno che vuoi che ti noti. Repost tagga in automatico la pagina sorgente.

Shoutout

Trova pagine che possono avere follower che corrispondono alla tua buyer personas e proponi loro uno scambio.
Invia un messaggio e chiedi se sono disposti a fare uno shoutout

Uno shoutout è quando 2 pagine chiedono ai loro follower di seguire l’altra pagina. Ad esempio puoi condividere un post dall’altra pagina e nella didascalia scrivi “segui questa pagina perchè è molto interessante…”.

Può essere un modo per incrementare follower qualificati abbastanza velocemente.

Concorsi/quiz/iniziative

Quando avrai raggiunto almeno 3mila followers potrai avviare concorsi a premi, quiz, e varie iniziative che ti possano permettere di aumentare engagement e appeal.

⇒ Non farlo prima per evitare debacle e insuccessi.

Basta selezionare un premio (che sia di valore, reale e interessi la tua audience) e decidere di regalarlo a chi partecipa al concorso o risponde al quiz.

Es. “seguimi e tagga 5 amici potresti essere il vincitore del nostro concorso. Venerdì annuncerò sul nostro profilo Facebook il nome del fortunato”.

Più il premio sarà appetitoso (un premio es un tablet o simili, uno sconto corposo su un viaggio ecc) più partecipanti ci saranno e più possibili nuovi follower riceverai. 

⇒  Annunciare il vincitore su un altro canale social mira a trascinare i follower di Instagram su Facebook (o su Twitter ecc).

Punta su video emozionali dei tuoi viaggi. Racconta le migliori esperienze vissute dai tuoi clienti

Instagram per agenzie di viaggi la guida completa per avere un account business di successo, utenti affezionati e trovare nuovi clienti

5. INSTAGRAM PER AGENZIE VIAGGI: QUANDO PUBBLICARE

Una delle domande più comuni che tutti fanno quando si tratta di vendere viaggi su Instagram è “quando pubblicare su Instagram un post?” o “con che frequenza devo pubblicare?”.

Il discorso qui non è semplicissimo e va a toccare molte variabili e per questo è sempre meglio che tu testi e valuti i dati che Instagram ti fornisce.
Una regola generale è: 

più post inserisci più reazioni, engagement, like, commenti e nuovi follower otterrai.

Allora va bene postare 5 volte al giorno, 10 volte, ogni 2 ore, ogni ora?

Bisogna calcolare intanto il fattore “fastidio”: ritrovarsi 20 post in un giorno di un account può infastidire i tuoi follower.
Altra questione è la qualità: 

siamo sicuri di mantenere un’ottima qualità ad ogni post?

Siamo sicuri che sai come si scrive su Instagram?

Certo, hai molte offerte e viaggi da vendere con Instagram ma postare 20 locandine, 20 offerte speciali in un giorno potrebbe non sortire effetti rilevanti.

⇒ Per questo elaborare un piano editoriale di qualità è fondamentale.

⇒ Crea contenuti di alto livello che siano differenti, variegati e vadano a toccare le corde giuste, solleticare i giusti sentimenti.

Seguendo queste regole e con tanto lavoro avrai uno splendido account Instagram per agenzie viaggi o tour operator.

Un esempio di piano editoriale da spalmare in 2-3-4 giorni (come si preferisce) per agenzie viaggi e tour operator?

  • buongiorno con frase motivante (grafica)
  • destinazione 1: curiosità
  • destinazione 2: focus su esperienza (video)
  • storia: diretta/messaggio “tutti al lavoro” panoramica dell’ufficio
  • repost cliente 1 viaggio destinazione 3
  • quiz su destinazione 3 (gallery)
  • storia di viaggio (video)
  • offerta speciale su destinazione 1
  • repost cliente 2
  • destinazione 3 esclusiva tour
  • destinazione 2 prezzo speciale per chi prenota entro…
  • Storia: video emozionale/ racconto in prima persona di cliente o dipendente
  • curiosità cibo
  • sconto x su destinazione 3
  • diario di viaggio (video)

Dunque, se vuoi pubblicare tanto per ottenere tanto devi farlo bene senza derogare sui punti essenziali della tua strategia di online marketing.

Mai annoiare, mai farsi sorprendere a ripetere contenuti, puntare sempre ad incuriosire, emozionare, informare dicendo cose interessanti e non banali

6. INSTAGRAM PER AGENZIE VIAGGI: LE STORIE

Che cosa sono le storie?

La Story è un’immagine o un video che durerà solo 24 ore e appare in una sezione diversa dai normali post. 

Di solito il concetto principale della storia è mostrare cosa ti sta succedendo durante un giorno e la cosa più importante che devi considerare è l’intrattenimento. 

Se riesci a intrattenere le persone con le tue storie, le guarderanno indipendentemente da quante siano, ma se la qualità del contenuto diminuisce, perderai i tuoi follower.

Le stories possono essere il luogo dove c’è più intimità e informalità.

Se le foto ed i video dei posto devono essere curati, studiati, preparati i contenuti delle storie possono essere di qualità inferiore purchè veri e/o in presa diretta.

Per esempio, un video mosso su un avvenimento che sta accadendo, un dietro le quinte, una curiosità, un momento non “convenzionale” sono perfetti per questo formato.

Immaginiamo che oggi sul tuo profilo Instagram raccontiamo il viaggio in Giordania che un tuo gruppo sta facendo. In tre post al giorno si crea un racconto per immagini di itinerari, persone, aneddoti e imprevisti. 

Si scelgono le foto migliori e si montano brevi video ben fatti e curati dall’aria vagamente patinata. 

Ricordati che non devi “documentare i luoghi” ma le esperienze . Dunque, concentrati su quello che accade nel tuo viaggio ai tuoi clienti.

Nelle storie potrai per esempio inserire una “finta candid camera”, uno scherzo fatto, una caduta buffa, e qualunque altra cosa simpatica, leggera, divertente che riuscirai a creare durante quel giorno di viaggio.

 Se il messaggio che traspare è il divertimento, l’affiatamento, la gioia, l’avventura, la scoperta tanto di guadagnato.

 

FARE MARKETING CON LE STORIE

La maggior parte delle persone usa le storie solo per divertimento, ma ci sono molte cose che puoi fare con le storie nel marketing Instagram. 

Ci sono alcuni elementi importanti che devi usare in almeno il 90% delle tue storie e quelli sono:

  • hashtags
  • Posizione
  • Taggare altri profili
  • link
  • Cta

Hashtag. Come in un normale post, puoi usare anche qui hashtag, ma la differenza è che devi scrivere il tuo hashtag sulla tua immagine o video, il che significa che devi prenderti cura della qualità di ciò che stai postando.

Utilizza anche la sezione “Adesivi” in alto per creare un hashtag (puoi anche scrivere il tuo hashtag come testo, ma l’uso di sticker darà uno stile al tuo hashtag). 

Come un normale hashtag, le persone possono trovare la tua storia attraverso l’hashtag, ma la tua storia deve essere attraente per portarli nella tua pagina e convincerli a seguirti.

Posizione. Un’altra grande caratteristica per le storie che aiutano a commercializzare la tua storia è il tag di posizione o l’adesivo. 

Puoi creare un tag di posizione dalla sezione adesivi e le persone che stanno cercando quel luogo possono vedere la tua storia e forse diventare il tuo follower e in seguito un cliente, ma devi considerare di utilizzare un luogo rilevante non solo qualsiasi luogo pensi che si adatti.

IMPORTANTE. Chi ha desiderio di viaggiare potrebbe fare ricerche sulle destinazioni attraverso il tag di posizione. Questo significa che se tra gli altri troverà le tue storie di viaggio potrebbe essere un ottimo gancio per inziare una… relazione.

Taggare altri profili. Stai attento a non infastidire e scegli con cura i profili giusti. Utilizza una “@” per trovare il profilo giusto. 

Puoi taggare i protagonisti del viaggio oppure chi è in procinto per partire per quella destinazione. Elabora strategie e obiettivi.

Link. Questa funzione è disponibile parzialmente solo per i profili aziendali (puoi linkare video di Igtv) e quando superi 10mila follower si sblocca del tutto potendo linkare qualunque cosa.

Cta. Se aggiungi un link metti ben chiara una call to action: che azione devono fare?
“Scorri verso l’alto per vedere” ecc
Utilizza le gif e gli adesivi che possono contribuire a rendere accattivante la tua storia.

Evidenziare

Un’altra straordinaria caratteristica delle storie di Instagram è che puoi evidenziarne alcune, mettendole tutte in una cartella, sotto un titolo e mostrarle nel tuo profilo.
Puoi creare cartelle per destinazioni (Usa, Giappone, Cuba..) , per esperienze (tour di gruppo, viaggi nel deserto, escursioni in moto …) o come preferisci.

Considera le storie nella cartella come una storia unica che dunque abbia una trama o un filo logico. 

Per questo alla fine ricordati di mettere sempre Molte persone usano queste funzionalità per divertimento e non hanno idea di quanto possano essere efficaci nel marketing Instagram. 

Con un po ‘di duro lavoro e innovazione puoi creare straordinari punti salienti nel tuo profilo e aumentare sempre di più il numero di follower o clienti.

Storie in presa diretta per raccontare i viaggi da vendere

Elabora campagne Ads intelligenti per portare gli utenti nel tuo funnel  di vendita (ma non vendere a freddo)

7. INSTAGRAM PER AGENZIE VIAGGI: LE ‘LIVE’

Cos’è Instagram dal vivo?
Sono le dirette e puoi usarle per condividere esperienze dal vivo con tutti i tuoi follower, aumentare l’interazione e fedeltà dei tuoi follower.

Le dirette hanno un alto impatto per la visibilità.

per cui vanno maneggiate con cura. Ricordiamoci che dobbiamo sempre dare una certa immagine della nostra agenzia viaggi, tour operator o impresa per cui bisognerebbe sempre curare ogni minimo particolare soprattutto per le dirette.

Se sei all’interno meglio allestire un piccolo set e controllare luci e inquadratura nonchè qualità dell’audio.
On the road è meglio per raccontare una parte del viaggio allora va bene anche improvvisare purchè emergano emozioni e storie.

Una volta che un video live è terminato, non è più visibile nell’app, a meno che tu non ne condivida una riproduzione sulla tua storia.

Come per le Storie, le live possono essere semplici racconti, interviste, la spiegazione di qualcosa, risposte alle domande degli utenti ecc.

Qui ti giochi tutto per cui va bene la spontaneità ma curata e preparata. Sapere sempre cosa dire, essere originali e mai noiosi.

Ti direi che gli utenti ti concederanno 5-7 secondi per cui per ogni “5-7 secondi” dovrai essere accattivante e stimolare.

Prima di andare live domandati:

  • Chi ha voglia di seguire monologhi noiosi?
  • Domandati dunque: cosa dico di interessante?
  • a chi interessa?
  • Per quanto tempo potrebbero rimanere sintonizzati?
  • Cosa mi posso inventare di originale?
  •  

A seconda dei contenuti una diretta di solito non dovrebbe superare i 10 minuti ma dipende molto.
Anche in questo caso provane di diversa durata e poi controlla i dati del tempo di visualizzazione e regolati con quelli.

8. INSTAGRAM PER AGENZIE VIAGGI: COME CONVERTIRE GLI UTENTI IN CLIENTI

Tutto quello che ti ho descritto fino a qui serve per costruire un profilo instagram di qualità. 

Ma tutto è orientato alla vendita dunque non dimenticare mai che il tuo obiettivo e vendere viaggi con instagram.
Quello che interessa alla fine sono le conversioni.
Non è un lavoro facile ma se ti muoverai bene i risultati non mancheranno.

Come convertire i follower in clienti?

Uno dei modi più comuni è quello di creare una landing page e usarla nella tua biografia di Instagram.

⇒ Una landing page è necessaria perchè convoglia gli utenti e li spinge all’azione.

⇒ Pensa ai tuoi utenti: cosa vorresti che facessero?
Ti serve che ti contattino via telefono? Mettilo nella biografia.
L’email? Inserisci anche quello.
L’indirizzo fisico? C’è chi lo fa ma io lo sconsiglio, meglio utilizzare quel prezioso spazio per altro.

Una semplice landing page per acquisire il contatto email per avviare un primo contatto credo sia la soluzione migliore.

Una volta in possesso del contatto e della richiesta di informazioni sta poi a te trattare con l’utente e convincerlo offrendogli il meglio.

9. SUGGERIMENTI DI MARKETING PER INSTAGRAM

Per avere un profilo Instagram di successo è ricordare sempre alcuni consigli fondamentali a riguardo. Il più importante è:

Qualità

Mai e poi mai in nessun caso ridurre la qualità dei contenuti. Se ti senti stanco, smetti di lavorarci, riposati e torna indietro. Se non hai tempo, lavoraci quando hai tempo ma NON DIMINUIRE LA QUALITÀ. Nel momento in cui i tuoi follower sentono che stai solo postando senza qualità, smetteranno di rispondere e perderai follower.

Costanza

Alcune persone restano inattive per una settimana, poi entrano online e caricano 6 post in 30 minuti. 

Non va bene.

Crea un piano editoriale e un piano marketing e seguili. 

La costanza è fondamentale: poichè hai un obiettivo devi costantemente perseguirlo.

Interagisci con i tuoi follower

Come già spiegato bisognerebbe dedicare ad instagram almeno 3 ore al giorno per una serie di azioni opportune.
Interagire è fondamentale per fare in modo che gli utenti si accorgano o si ricordino di te. Puoi dedicare a questa attività almeno 20 minuti.

Engagement significa:

  • mettere like
  • commentare
  • taggare
  • salvare il post
  • condividere il post

Come detto, per attirare nuovi followers puoi individuare 3-4 mega hashtag (oltre 1 milione di post) attinenti alla tua nicchia e mettere like ai post recentissimi e man mano che appaiono (altri 10 minuti ripetuti per 3-4 volte al giorno).
Ricorda che il tuo obiettivo è individuare gli hashtag che utilizzano i tuoi potenziali clienti, cioè quelli a cui puoi vendere viaggi con Instagram.

⇒ Evita possibili errori gravi tipo: se scegli hashtag #maldive per cercare di intercettare nuovi follower potrebbe essere un errore. 

Questo perchè chi utilizza questo con buona probabilità è già lì. Stessa cosa dicasi per il tag geografico Maldive: chi è già lì di sicuro non può essere un tuo cliente per ora.

Anche in questo caso si tratta di elaborare strategie di marketing per Instagram.

Per fare questo occorre ingegno e molta elasticità.

⇒ Per esempio. Ipotizziamo che vendi viaggi mediamente costosi ad italiani. Potresti scegliere il tuo target tra coloro che attualmente si trovano in viaggio in destinazioni lontane (presumendo che abbiano speso una certa cifra e che possano tornare a spendere).

⇒ Inoltre potresti sbirciare tra coloro che utilizzano il tag geografico “Giappone”, “Los Angeles”, “New York” e altre mete impegnative per poi scegliere gli italiani che si trovano lì in vacanza. E poi si tratta di decidere di seguirli o interagire con loro nella speranza che questi facciano lo stesso.

Nell’ipotesi favorevole avrai acquisito un utente che sai amante dei viaggi, avere capacità di spesa per cui dovrai solo attendere il momento giusto per andare all’attacco per stuzzicarlo nuovamente.

10. INSTAGRAM PER AGENZIE VIAGGI: LA PUBBLICITA’

Delle campagne pubblicitarie ne parliamo approfonditamente nella guida dedicata a Facebook.
Qui mi limito a dirti che Facebook/instagram ad oggi offrono il miglior modo di profilare gli utenti.

Tra le varie possibilità si possono prendere come target persone che sono in viaggio (dunque che si trovano in uno Stato di passaggio) potendo selezionare anche la lingua.

Questo potrebbe permetterti di avviare una campagna per individuare i tuoi possibili clienti tra quelli che stanno al momento viaggiando.

⇒ Sappi che c’è la possibilità anche di colpire chi è appena tornato da una vacanza/viaggio.
Anche in questo caso con il giusto messaggio si potrebbe solleticare la nostalgia di chi si è appena rituffato nella routine. Quale sollievo migliore se non pensare e prenotare la prossima vacanza giusto per mettere un punto certo nel futuro?

Ecco pochi esempi di buon marketing Instagram.

A chi interessa?

Altra cosa che non devi dimenticare è che l’obiettivo di sviluppare interazioni è quello di creare gruppi di persone che possono essere interessati al tuo prodotto.

⇒ Facebook offre metodi molto potenti per offrire messaggi pubblicitari a chi ha interagito con te, a chi ha visitato il tuo sito, ha chi ha compiuto determinate azioni oltre a solleticare i tuoi già clienti.

Tieni ben presente che con le recenti innovazioni Facebook ha permesso di condividere post anche su WhatsApp mentre ben presto arriverà anche la pubblicità su questa piattaforma.

E’ solo questione di tempo visto che i messaggi a pagamento su Messenger di Facebook si è dimostrato un mezzo davvero potente per la pubblicità visto che ha un tasso di apertura superiore al 90%.

Il messaggio utile non disturba

Saper ideare e organizzare una campagna che finisca sul messenger di chi già ti conosce potrebbe rivelarsi molto producente (senza esagerare però).
Allo stesso modo è possibile inviare messaggi e post direttamente attraverso il Dm (Direct message) di Instagram.
Metti sui piatti della bilancia, da una parte, il disturbo arrecato e, dall’altro, il possibile beneficio che l’utente potrebbe trarne: il saldo è positivo o negativo per questi?

Anche in questo caso è la strategia che potrebbe fare la differenza tenendo presente la logica del funnel cioè gli utenti freddi e quelli caldi.

⇒ Per esempio: potresti avviare una campagna avendo come target tutti quelli che hanno interagito con la tua pagina ma non sono tuoi follower. L’obiettivo sarebbe convertirli e invitarli a seguirti.

⇒ Un altro esempio di buon marketing con il tuo account Instagram per agenzie viaggi potrebbe essere quello di una campagna con target i tuoi follower (che già ti conoscono ti seguono ed evidentemente ti apprezzano) per convertirli in subscribers cioè farli iscrivere alla tua newsletter.
In seguito elaborerai messaggi con obiettivo la vendita del viaggio a coloro che avranno un altissimo tasso di apertura delle tue mail nel tempo.

Per concludere ti sconsiglio l’utilizzo di tutte le app per avere follower su Instagram. E’ molto pericoloso e non puoi permetterti di avere la pagina aziendale bloccata.

Per fare un buon social marketing con Instagram ci sono dei professioni, i social media manager, che potrebbero farti risparmiare molto tempo e raggiungere risultati migliori.

Meglio affidarsi ad esperti del tuo settore come SmartAds.it

 




Leave a Reply

Facebook Twitter Linkedin Instagram YouTube Pinterest