Come fare marketing e comunicazione turistica dopo il Coronavirus?

Da dove ripartire e quali sono le priorità? Come conquistare i turisti e viaggiatori dopo la pandemia?

I 12 mesi di Apocalisse sul turismo hanno contribuito all’ideazione di nuovi modelli sperimentali da parte di diverse imprese turistiche.
Molti imprenditori illuminati hanno fatto funzionare fantasia, immaginazione e intelligenza per creare nuovi modi per attrarre clienti e attenzione sul proprio prodotto.
Ora però bisogna darsi da fare e sapere come fare marketing e comunicazione turistica dopo il Coronavirus.

Tu cosa stai facendo per ripartire più forte di prima?

Qui di seguito solo alcune idee che magari diventeranno popolari nel prossimo futuro.

a) e-commerce per tutti

La crescente fruizione di contenuti digitali (il 40% degli internet users ha aumentato il tempo dedicato al video entertainment nel 2020) e dell’e-commerce di prodotti della destinazione aprono spazi di mercato nuovi. Il 42% delle strutture ricettive (hotel, B&b ecc..) ha iniziato a offrire ai propri clienti l’acquisto di prodotti enogastronomici o di artigianato, anche tramite un eCommerce. Aprire un e-commerce come fonte alternativa di guadagno ?

b) streaming a pagamento

Altre realtà turistiche -soprattutto all’estero- stanno lavorando per aumentare la creazione di contenuti (soprattutto video) per garantirsi una ulteriore fonte di guadagno. Sta diventando sempre più semplice sfruttando nuovi canali: le dirette di Facebook a pagamento ma anche video corsi a pagamento su Youtube. Tutto quanto può riguardare il turismo e passare attraverso Internet può essere materia di nuovi modelli di business. Allestire un format per lo streaming a pagamento è sicuramente una idea allettante ma va fatta con professionalità per non avere l’effetto contrario.

c) lavorare da remoto… in vacanza

La possibilità sempre più diffusa di lavorare da remoto può dare benefici agli attori del turismo e alle destinazioni. Il 39% delle strutture ricettive italiane ha ospitato clienti in remote working nel 2020. Alcune strutture iniziano ad ideare pacchetti pensati proprio a dilatare il periodo di permanenza. Si pensa a chi può lavorare a distanza e rimanere… in vacanza. Chi non ha bisogno di una vacanza lunga anche semplicemente per stare…. fuori dalla propria casa? Inventarsi proposte per le famiglie affinchè prolunghino la loro permanenza credo faccia bene a tutti.

È consigliabile che consulenti e agenti di viaggio davvero smart e illuminati si strutturino meglio per rafforzare gli aspetti digitali della propria impresa.

SCARICA-EBOOK-GRATIS-TURISMO-DOPO-PANDEMIA-AGENZIE-VIAGGI-TOUR-OPERATOR Marketing turistico post Covid: 10 cose da imparare - Brand Positioning nel Turismo

Ora è il momento di fare un salto di qualità e inventarsi qualcosa per sopravvivere e per prosperare domani.

Noi di SmartAds.it abbiamo fin da subito (marzo 2020) consigliato di utilizzare al meglio il tempo del lockdown per cercare prepararsi alle nuove sfide.
E’ vitale recuperare il terreno perduto per ripartire più forti di prima e restituire vigore al tuo marchio.
Il problema più urgente da risolvere sarà riorganizzare la propria offerta e stabilire che tipo di viaggi sarà opportuno vendere nel prossimo (o immediato) futuro e quali sarà meglio accantonare.

MARKETING E COMUNICAZIONE TURISTICA DOPO IL CORONAVIRUS POSSONO FACILITARE LA RIPARTENZA

Un aspetto cruciale riguarda sicuramente strategie di promozione turistica e strategie di comunicazione e marketing.
Si tratta di aspetti che faranno la differenza e permetteranno di costruire (o demolire) un rapporto con clienti acquisiti o potenziali.

Dopo il Coronavirus l’esigenza di saper comunicare bene con il proprio pubblico si è rafforzata.

Capita nei momenti di crisi o di grandi sconvolgimenti.
Le persone sono alla ricerca di informazioni per poter prendere le proprie decisioni e le trovano sul Web.
Anche se in zona rossa o in lockdown i dati certificano che c’è un grosso interesse verso le destinazioni turistiche. Le persone pensano ora alle vacanze. Magari non prenotano per via della persistente incertezza ma si stanno informando.

Il content marketing, cioè l’arte di vendere attraverso i contenuti, subirà certamente una impennata e conquisterà anche gli scettici di ieri.

E’ solo attraverso i contenuti che si potranno rassicurare e tranquillizzare i viaggiatori. Bisognerà informarli e formarli ma anche orientandoli verso l’acquisto in maniera naturale e spontanea.
I viaggiatori post Covid-19 cercheranno la professionalità degli agenti di viaggio, gli stessi che erano stati relegati all’angolo con l’arrivo dei colossi del travel online.

Si potrebbe ipotizzare che, proprio la pandemia, possa segnare la nascita di una nuova età dell’oro per le agenzie di viaggi.

Allo stesso tempo potrebbero calare i viaggi fai-da-te sempre più sinonimo di viaggi allo sbaraglio…
Chi riuscirà a comunicare meglio sarà sicuramente privilegiato.

Dai vita alla tua rivoluzione digitale… (ora o mai più)

Come fare marketing e comunicazione turistica dopo il Coronavirus per ripartire alla grande

1) Migliorare la presenza online per farti trovare

I viaggiatori effettuano ricerche online prima di prenotare un viaggio. Per le strutture turistiche, agenzie viaggi online, tour operator è quindi importante essere presenti, facili da trovare e distinguersi dagli altri.
Per fare questo è necessario sfruttare al meglio tutti gli strumenti digitali (spesso gratuiti) messi a disposizione di tutti.

Ottimizzare le diverse piattaforme come il sito web, il blog aziendale, le pagine social gli strumenti che favoriscono l’indicizzazione.
In quest’ottica non putare sulla Seo significa pretendere di vincere una corsa dopo essersi azzoppati.
Dunque dare spazio a foto, video e recensioni.
Più del 70% dei consumatori afferma di sentirsi più a suo agio quando si rivolge a un’attività che ha ricevuto recensioni positive. Un buon modo, quindi, per distinguersi dalla concorrenza è quello di mettere in evidenza le recensioni e invogliare gli ospiti a lasciare il loro feedback.

2) Sito ottimizzato, facile e veloce

Negli ultimi mesi, le persone hanno usato internet più che mai per cercare informazioni, intrattenersi e fare acquisti e sono diventate esigenti rispetto alla loro esperienza online.
Bisogna migliorare il più possibile l’esperienza degli utenti sul nostro sito. Migliorare altresì il percorso verso le conversioni.
Per farlo spesso può servire una consulenza marketing turistico online di un esperto in web marketing turistico e comunicazione digitale.
La velocità, poi, è un fattore fondamentale ed è in grado di influenzare le decisioni dei potenziali ospiti che visitano il tuo sito.

3) Intercettare potenziali clienti facendo marketing a livello avanzato

Il marketing digitale offre diverse opportunità per promuovere il tuo sito e attrarre più visitatori. Puoi lavorare sull’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) e pianificare campagne pubblicitarie su Ricerca Google o Display.

In un momento incerto come questo, in cui la domanda e le esigenze dei consumatori cambiano costantemente, costruisci la tua strategia sui dati.

Poter disporre di dati è fondamentale e per farlo bisogna conoscere gli strumenti più utili. Poi bisogna analizzare i dati e da questi riuscire a creare strategie vincenti.
Con le giuste strategie di digital marketing la ripartenza sarà più veloce ed il processo di fidelizzazione della clientela sarà decisivo.

Puoi, inoltre, consolidare la tua presenza sui Social Media ma per farlo sarà necessario investire sulla creazione di contenuti di valore in grado di intrattenere e trattenere gli utenti.

Come fare marketing e comunicazione turistica dopo il Coronavirus: vietato trascurare l’email marketing. 

Purtroppo sono ancora pochi gli imprenditori turistici illuminati che hanno compreso le immense potenzialità delle newsletter intelligenti. C’è un immenso lavoro da fare dietro la raccolta di email che può dare ottime soddisfazioni.

4) Priorità ai clienti acquisiti

Gli agenti di viaggio che riusciranno ad instaurare una deep connection con i loro clienti, conoscendoli meglio di chiunque altro, avranno una marcia in più.
Gli operatori turistici premiati dal mercato saranno coloro che riusciranno a soddisfare bisogni di serenità, tranquillità, svago, contatto con la natura per smaltire lo stress da lockdown.
In questo momento la priorità dovrebbe andare alla clientela consolidata offrendo loro esperienze tagliate su misura.
E’ bene sapere che ci saranno viaggiatori disposti ad adattarsi e a cambiare i propri parametri pur di viaggiare dopo la pesante quarantena.

Ci saranno poi altri clienti che, invece, non intenderanno partire per mancanza di fiducia o sicurezza e per questo rimarranno a casa e… salteranno un turno.

COME FARE MARKETING E COMUNICAZIONE TURISTICA DOPO IL CORONAVIRUS?

5) Non avere paura di sperimentare

La bravura dell’agente di viaggio sta nel proporre la giusta offerta alla persona giusta (ed è una regola che è sempre valida).
Saranno premiate qualità come la sperimentazione, l’inventiva, l’originalità ed il rischio calcolato.
C’è letteralmente bisogno di inventarsi il futuro e costruirselo perchè siamo all’alba di una nuova era.
Si venderanno, per esempio, quelle offerte di viaggio ed esperienze appositamente create per sopperire a quegli specifici bisogni sorti dopo l’apocalisse del Coronavirus.

Allora è logico partire dalle domande:

  • è possibile oggi viaggiare abbattendo quasi del tutto la paura del contagio?
  • E’ possibile viaggiare in totale sicurezza?

La risposta è decisamente sì, a patto che ci sia una nuova elastica visione del viaggio.

Se riuscirai a trovare la giusta formula e la comunicherai bene, potresti avere persino molta fortuna e moltissimi nuovi clienti, pur in questa tribolante stagione estiva alle porte.

Del resto quando hai la giusta idea, venderla diventa facile ma bisogna sapere come fare.
Chi saprà raccontare i propri viaggi emozionando sarà anche quello che riuscirà a vendere di più.

IMPOSSIBILE OGGI GESTIRE AGENZIE VIAGGI SENZA PUNTARE SUL DIGITAL MARKETING

Al giorno d’oggi non è più possibile gestire il web marketing contemporaneamente ad altre mansioni.
L’agente di viaggio dovrebbe concentrarsi esclusivamente sulla propria professione e nella creazione dei migliori pacchetti viaggio e offerte turistiche.
Se chi organizza viaggi non vorrà apparire antico e antiquato non potrà più relegare il digital marketing (o quello che credono sia marketing) nei ritagli di tempo, a fine giornata.
Fare qualche sporadico corso di aggiornamento sul digital marketing non è affatto bastevole.

Per questo le agenzie di viaggio che sapranno puntare sul web marketing nel modo giusto, destinando forze, risorse e tempo riusciranno a prendere il volo anche dopo il Coronavirus.

Certo, occorreranno forze fresche ma, con le giuste strategie di marketing turistico, anche l’impegno economico potrebbe essere limitato, diluito nel tempo, così come del resto saranno i risultati.
Per questo proprio ora bisognerebbe valutare un aiuto esterno ed una consulenza di web marketing turistico. Meglio un professionista specializzato che sappia accompagnare l’imprenditore e l’agente di viaggio in un percorso verso strategie digitale e obiettivi a medio e lungo termine.

Come fare marketing e comunicazione turistica dopo il coronavirus

COME FARE MARKETING E COMUNICAZIONE TURISTICA DOPO IL CORONAVIRUS: LAVORO E SCALTREZZA

Non si tratta di trovare la formula magica per diventare ricchi in una settimana ma iniziare a costruire solide fondamenta per un’impresa turistica in una nuova era.

Per farlo c’è bisogno di intelligenza, duro lavoro, diversi mesi per iniziare a vedere i risultati che si manifesteranno negli anni successivi.

Significa puntare una volta per tutte sulle potenzialità di un sito internet ottimizzato per la SEO che garantisca una grandissima visibilità (molto più dai social).

Intelligenza significa anche iniziare a creare un blog di viaggi con articoli scritti seguendo strategie acute per le parole chiave.
E poi è necessario scrivere soddisfacendo i bisogni dei propri potenziali clienti; comunicare nel modo giusto semplice e immediato ma con le forme adeguate ad ogni piattaforma tecnologica.

DOPO IL COVID-19 I CONTENUTI FARANNO LA DIFFERENZA

E qui subentra un altro importante capitolo: quello della creazione dei contenuti di qualità: giusti per incuriosire gli utenti e trasformarli in nuovi clienti.

Pubblicare locandine e offerte viaggi non servirà più.  Non serviranno più nemmeno foto patinate che si trovano gratis sul web. Ora è necessario creare i propri contenuti unici per cercare di distinguersi, emozionare, interessare e arpionare gli utenti distratti.

SmartAds.it, agenzia di comunicazione turistica, ha creato un metodo per vendere viaggi sul web che si fonda sulla creazione di contenuti di qualità.

Lo facciamo tessendo storie con filmati, spot, diari di viaggio, articoli, gallerie fotografiche, Storie su Instagram, post e dirette live. Per esempio le esperienze dei viaggi di gruppo sono raccontate utilizzando i contenuti creati da videomakers e fotografi professionisti. Lo scopo è creare contenuti che siano strumentali alle strategie di web marketing.

Non, dunque, solo video professionali che raccontano il viaggio ma armi per emozionare e generare dati. Armi per creare strategie tese a convertire utenti in nuovi clienti.

Dunque, vedere (il viaggio) per vendere.

C’è già un nuovo modo di concepire il marketing.

Si fonda tutto sul content marketing, cioè il marketing dei contenuti, per attirare clienti da Google o da Facebook e Instagram.

Fatti trovare anche tu.

Valuta allora la possibilità di sfruttare una consulenza di marketing turistico online. E’ possibile fare un salto di qualità e passare ad un livello avanzato di gestione del marketing digitale. Le nostre consulenze online sono più di un corso marketing e comunicazione online. Si focalizzano sui risultati da raggiungere insieme. Il nostro consulente marketing turistico sarà sempre raggiungibile e disponibile in ogni momento.

Chi saprà raccontare i propri viaggi emozionando sarà anche quello che riuscirà a vendere più esperienze turistiche.

Dunque ci sono molti modi per fare del buon marketing e comunicazione turistica post Coronavirus basta solo pianificare e agire.

Le belle emozione sono contagiose.

E questo è il contagio che ci piace.


    HO BISOGNO DI CONSULENZA SU:

    Leave a Reply