Cosa fa il Social Media Manager per il turismo?

Un social media manager oggi è indispensabile. Ma cosa deve saper fare? Come scelgo quello giusto?

Stai pensando di affidare la gestione delle tue pagine social aziendali all’esterno ma sei indeciso? Vorresti trovare un professionista preparato e affidabile ma che non costi un capitale? E soprattutto cosa fa il social media manager nello specifico?

C’è sempre più richiesta di professionisti preparati. Fioccano gli annunci tipo: “cercasi social media manager esperto ed affidabile”…

Ma trovare la persona giusta è molto difficile per varie ragioni.

Una su tutte: il social media manager deve essere un profondo conoscitore della tua attività, delle sue dinamiche e deve conoscere a menadito le esigenze dei tuoi clienti acquisiti e potenziali.

Noi di SmartAds.it siamo specializzati nella comunicazione e marketing digitale per il turismo. Per questo i nostri social media manager non si limitano a creare post brevi, accattivanti con belle foto, ma creano e mettono in pratica le strategie di digital marketing per vendere viaggi e pacchetti turistici. Si tratta di veri consulenti web marketing e bracci operativi per il settore digitale

Cosa fa il social media manager di SmartAds.it? Realizza le specifiche strategie di marketing dell’agenzia viaggi o del tour operator applicando il metodo SmartAds.it per vendere esperienze turistiche. Si tratta di un servizio oltremodo utile soprattutto ai tempi del Coronavirus e della pandemia.

C’è bisogno di comunicare nel modo giusto informazioni e valori del brand per ricreare quella fiducia perduta da parte dei turisti.

Cosa significa?

Creare contenuti originali e unici come diari di viaggio, racconti di esperienze turistiche per il blog in ottica Seo, gallerie fotografiche, video per le diverse piattaforme social e soprattutto crea i presupposti per efficaci campagne di social marketing.

Ecco perchè è fondamentale che tu sappia con precisione tutto su questa figura professionale per poter poi decidere.

Sappi che i social network sono uno strumento potente e molto utile anche alle piccole imprese locali.

Per sfruttarli al massimo, però, bisogna conoscerli alla perfezione. 

Per questo, oggi, è indispensabile che il compito sia svolto da un professionista esperto che si occupi solo di questo ambito nel migliore dei modi. Puoi trovare tra i tuoi dipendenti uno in gamba ed esperto, puoi, magari, persino pagargli uno dei tanti corsi, oppure puoi cercare all’esterno il professionista giusto.

Ci sono le agenzie pubblicitarie ed i consulenti esterni freelance; questi ultimi riescono a praticare prezzi di gran lunga migliori spesso con la stessa professionalità dei colleghi che lavorano nelle agenzie.

Ma cosa fa un Social media manager?

C’è qualcuno che ancora pensa che stia lì tutto il tempo a bighellonare sulla timeline o a chattare quisquilie.  Insomma, tutto tranne che lavorare…. 

Ma ti assicuro che non è così. Chi lo dice non ha compreso come il mondo sia già cambiato molto.

I compiti di un social media manager di una agenzia viaggi o di un tour operator sono davvero tanti e c’è bisogno di tantissimo tempo per portarli a termine.

Tutto tempo che tu risparmierai in cambio di una gestione professionale dei social e soprattutto del social marketing. In più sappi che il professionista che incaricherai dovrà avere anche numerose conoscenze e skills.

CON LA FERRARI A 40 ALL’ORA?

Avere i social come Facebook e Instagram ma non sfruttarli al meglio per la tua attività significa avere una Ferrari che non si sa guidare e la si fa “galoppare” solo fino a 40 all’ora. 

Un pò pochino, non credi?

Per quella velocità bastava qualunque utilitaria.

Che senso ha?

Premere sull’acceleratore si può.

Ti ho spiegato per esempio nella guida Instagram per creare un profilo aziendale Instagram per agenzie viaggi e tour operator come fare. Hai capito che c’è molto lavoro da fare in tanto tempo, tutti i giorni.

E tutte le piccole imprese e le attività locali sono ormai obbligate a farlo se vogliono uscire fuori dal pantano della concorrenza e conquistare un pò di visibilità.

Occorre, tuttavia, un pilota esperto.

Che sappia guidare veloce ma in sicurezza.

A lungo ma sulla strada migliore.

Che raggiunga il traguardo prima degli altri.

 

Allora che aspetti? Salta a bordo.

Dunque che cosa fa un Social media manager?

FAR PARLARE IL BRAND

Il social media manager per agenzie viaggi dà voce al brand e si occupa della comunicazione esterna aziendale sui social. Può farlo in moltissimi modi ed utilizzando vari linguaggi (post, video, podcast, infografiche, foto…). 

Si può dire tutto ma non tutto può essere funzionale o utile al brand. 

Lo scopo è quello di vendere di più. 

Esatto.

Ma se quello è il traguardo, le strade per arrivarci sono molteplici. Alcune lunghe, tortuose ma anche più sicure di molte altre.  

C’è bisogno di lavoro, costanza e tempo.

Bisogna saper parlare al pubblico di riferimento e sintonizzarsi perfettamente per assicurarsi di poter essere compreso, sorprendere, incuriosire, stimolare ed, infine, invitare all’azione.

COSA FA IL SOCIAL MEDIA MANAGER? ANALIZZA, ASCOLTA E SVILUPPA LA STRATEGIA

Si può fare tutto ma senza una pianificazione ed una strategia valida e testata si rischia di vagare a vuoto e perdere tempo e denaro.

Il social media manager specializzato nel marketing viaggi analizza i canali social aziendali, li studia per capire lo status quo e cosa deve essere migliorato.

Leggere le reazioni degli utenti sulla pagina è fondamentale.

Analizzare gli insight e ricavarne il grado di coinvolgimento è una base di partenza imprescindibile. 

La ricerca precisa dell’utente tipo (buyer persona) dovrà essere accurata perchè il social manager esperto di viaggi, ogni volta che comunicherà, dovrà ricordarsi di parlare proprio a lui.

La strategia di sviluppo può essere a breve o lungo termine.

Può avere obiettivi possibili, probabili, incerti.

Una buona strategia, però, mira a stabilire il miglior tasso di conversione medio possibile: un dato importante che permette di capire quanto siano efficaci le azioni di social marketing in relazione alla spesa effettuata.   

PROGRAMMA, SCANDISCE, ALTERNA, SORPRENDE

Una volta che il quadro è chiaro si pianificano le azioni. 

Si programmano i post ma non prima di aver elaborato un solido piano editoriale ed un piano marketing suddivisi in diverse sezioni (argomenti, tipologia comunicazione, tipologia post, foto, video su YouTube, sondaggi, quiz e giochi).

Si scandiscono le uscite e le pubblicazioni, creando interesse, sorpresa ed evitando la monotonia anche alternando varie tipologie di post, cercando di coinvolgere la fan base, creare reazioni, stimolare la parte emotiva delle persone. 

E’ COSTANTE

Il social media manager per il turismo deve avere una grossa qualità: la costanza. 

Questo lavoro, più di altri, si basa su tempi lunghi per la raccolta dei frutti ma di una attività frenetica ogni giorno. Bisogna per questo avere sempre il sangue freddo e la bravura di avere sempre il polso della situazione.

COSA FA IL SOCIAL MEDIA MANAGER? MONITORA CONTINUAMENTE

Come il comandante di una nave, il social media manager per i viaggi verifica costantemente che la rotta sia quella giusta. E’ possibile farlo grazie al complesso sistema di monitoraggio dei dati che i social ci forniscono.

 In ogni momento è possibile sapere quale post ha riscosso maggiore successo, capirne il perchè, quale tipologia, quale argomento, a che ora, da parte di chi. Tutti dati che sono fondamentali per validare ogni giorno la fondatezza della strategia iniziale.

Deve però anche conoscere il contesto attuale, novità, ultime notizie rilevanti per il settore specialmente ora con lo scoppio dell’emergenza Covid.

FA CONTINUI TEST

Se da una parte ci sono i guru del marketing che ti dicono come si debbano fare le cose, dall’altra, è anche vero che nel marketing non ci sono certezza o regole valide per tutto sempre.

 Allora non resta che testare ogni piccolo particolare di ogni azione per verificare quale impostazione, settaggio, tono sia quello che produce il maggior coinvolgimento.

Si tratta di fare test A/B per tutto, con il fine di migliorare le conversioni. 

Una scelta di filosofia obbligata quando si parla di campagne Ads

IMPOSTA E GESTISCE LE CAMPAGNE PUBBLICITARIE

La gestione delle Facebook Ads e le campagne Instagram o Linkedin sono un universo a parte, parallelo all’altro costituito dai contenuti organici (non a pagamento).

Solo per gestire le campagne c’è bisogno di avere una quantità indefinita di competenze, conoscenze tecniche e aggiornamenti costanti sulle procedure. 

Ma bisogna anche avere ingegno per veicolare il messaggio creando i contenuti giusti.

 Ogni campagna prevede diversi annunci con messaggi, contenuti, immagini diversi per ampliare il target all’interno della nicchia di riferimento e  scoprire quali di questi annunci il pubblico preferisce e perchè. 

I migliori annunci sono quelli con conversioni più alte. 

E le conversioni alte fanno la felicità del social media manager freelance e del committente.

IL SOCIAL MEDIA MANAGER UTILIZZA ANCHE GOOGLE ADS

Spesso alla strategia del social marketing si abbina  quella di Google Ads e nello specifico la Sem (gli annunci a pagamento che appaiono in determinate ricerche con parole chiave) e per il retargeting.

Il social media manager esperto nel travel marketing deve, dunque, sapere operare perfettamente anche su Google Ads (un altro mondo sconfinato…)

Il social media manager per le piccole imprese deve saper fare moltissime cose e possedere altrettante conoscenze approfondite.

IL SOCIAL MEDIA MANAGER SA REALIZZARE LANDING PAGES

Il social media manager freelance deve anche ideare, disegnare, scrivere i contenuti e scegliere le immagini delle landing pages. Queste sono uno strumento indispensabile per creare i funnel che a loro volta sono il mezzo per misurare il grado di coinvolgimento e di interesse dell’utente.

Più l’utente è interessato, più è coinvolto e più possibilità di vendita ci saranno.

Anche in questo caso è opportuno prevedere diverse versioni di landing pages.

Queste sono diventate oggi ancora più utili per mettere in atto il retargeting, cioè l’inseguimento del cliente “caldo”e interessato che, però, ha titubato e non comprato. 

Il retargeting è quella spintarella in più che arriva fuori tempo massimo e che funziona molto e migliora le conversioni.

COSA FA IL SOCIAL MEDIA MANAGER? SCRIVE, FOTOGRAFA, DISEGNA, MANEGGIA CODICI E REPORT   

Il social media manager specializzato nel digital marketing per agenzie viaggi è uno che scrive e deve scrivere tanto. 

Obbligatorio saper scrivere e adeguarsi ai diversi toni e alle tipologie. 

Deve essere abile nel copy ma non nel copia e incolla.

Deve adeguare la forma al mezzo e non può scrivere le stesse cose per un post di una pagina Facebook, Instagram, Twitter o Linkedin.

E’ un fotografo e conosce il linguaggio della fotografia e le varie tecniche.

Se non scatta in prima persona deve saper elaborare le foto altrui con i principali programmi di fotoritocco.

Spesso disegna grafiche per i post, infografiche elaborate o semplici.

Deve saper mettere le mani su un sito internet e gestire le impostazioni tecniche dei social. Deve sapere inserire snippet di codice per i banner, il monitoraggio, il retargeting ecc.

Spesso deve sapere costruire un intero sito…  

SOCIAL VIDEOMAKER: L’ULTIMA FRONTIERA PER I SOCIAL MEDIA MANAGER PER IL TURISMO

Tra le skills più importanti c’è anche quella di produrre contenuti video di qualità a livello professionale. Significa riuscire a creare prodotti di videomarketing di buon livello, magari in breve tempo da distribuire sui diversi social. Per esempio per raccontare una esperienza turistica in tempo reale sfruttando al meglio tutte le potenzialità dei social dalle live ai video diari di viaggio passando anche per le stories Instagram, Facebook, Twitter o TikTok.

Un discorso a parte per il videomarketing su YouTube che ad oggi diventa sempre più necessario per agenzie viaggi e tour operator. Uno strumento potentissimo per attirare nuovi clienti interessati verso le loro esperienze turistiche. E tu hai un canale YouTube efficace e utile per la tua attività turistica?

RISPONDE A COMMENTI E MESSAGGI

Un mondo a parte è quello della relazione diretta con la fan base. Il social media manager freelance deve saper gestire un momento di crisi generato da un commento scomposto di un utente, sedare irritazione, saper rispondere nel modo giusto, prendere la decisione giusta, scegliere le parole giuste per trasformare un momento negativo per l’azienda in vantaggio agli occhi degli altri utenti. 

COSA FA IL SOCIAL MEDIA MANAGER? ASCOLTA LA RETE

Oltre alle metriche e ai like c’è di più. 

C’è il “sentiment”, cioè lo stato d’animo generale della fan base (è generalmente soddisfatta, è apatica, è assente, irritata, desiderosa, vuole di più…). 

Perchè?

Inoltre il social media manager freelance deve aggiornarsi continuamente e sapere che cosa succede in generale sulla rete, deve leggere molto, e cavalcare tormentoni, tendenze, novità.

SI AGGIORNA SEMPRE 

“Grazie” a Facebook e a Google, il social media manager freelance oppure no è costretto ad aggiornarsi sempre. Questo perchè le procedure tecniche cambiano spesso. Di settimana in settimana ci sono sempre novità, nuovi tools e possibilità, cambiamenti delle regole ecc.

Essere tra i primi a sperimentare le novità può essere molto utile per distinguersi.

Cosa fa il social media manager esperto in marketing viaggi?

HA UN ORECCHIO SEMPRE RIVOLTO VERSO IL COMMITTENTE 

Il social media manager e consulente digital marketing per il turismo ha sempre un canale aperto con il committente per eventuali spunti o novità sul piano generale di azione già approvato. 

Deve avere anche grandi abilità di mediazione e diplomazia per cercare di far comprendere al cliente il fondamento di strategie ed i risultati conseguiti. Deve saper costruire fiducia e dialogo e portare i frutti. 

IN CONCLUSIONE, COSA FA IL SOCIAL MEDIA MANAGER?

Questi sono solo i principali compiti di una delle professioni emergenti più richieste. 

Proprio per questo, in molti si improvvisano consulenti marketing e social media manager.

Smascherare i sedicenti esperti, tuttavia, è fin troppo facile e qui sopra ti ho fornito molte informazioni per poterlo fare.

Ma, una volta individuato quello giusto, affidarsi a lui sarà una ventata di aria nuova.

La differenza rispetto al passato sarà nettamente visibile.

Molti risultati derivanti dalle Ads saranno immediati.

Altri risultati arriveranno con il tempo, dopo aver creato una routine, instaurato un rapporto con la fan base, quando il social media manager avrà saputo creare affezione e coinvolgimento.

Alla fine i risultati saranno molteplici e su più fronti.

Non tutti immediatamente chiari, nè riconducibili con certezza al lavoro del social manager. Ma ci saranno.

Molti clienti diranno apertamente di essere venuti nel negozio pechè hanno “visto su Facebook…”

Ma potrebbe anche darsi che non sapremo mai se quel nuovo cliente appena entrato è lì perchè ha visto un nostro post o una nostra foto interessante. 

Magari ha visto tante nostre foto ed, oggi, che aveva una esigenza precisa gli è venuto in mente il nostro marchio. 

Non lo sapremo mai, anche perchè, spesso, non lo sa nemmeno il cliente…

Eppure accade.

Fallo accadere.

 

SCARICA IL 1° EBOOK DI 56 PAGINE
GRATIS ANCORA PER POCO

Le migliori strategie di marketing per vendere viaggi online

Il futuro è digital. Oggi esistono nuovi strumenti in grado di dare una spinta (o una svolta) alla tua agenzia viaggi o tour operator.
Ci sono nuovi modi per vendere viaggi sul Web e trovare nuovi clienti.
Dopo il Coronavirus il turismo è cambiato e così anche  i turisti.
E tu che fai? Allarga i tuoi orizzonti: aggiornati.

C’è bisogno di un salto di qualità. In questo ebook scoprirai come farlo.

ebook strategie di marketing per vendere viaggi online


Leave a Reply

Facebook Twitter Linkedin Instagram YouTube Pinterest