10 regole per creare contenuti social per agenzie viaggi

Se sei in cerca di spunti per capire come realizzare contenuti interessanti per i social devi assolutamente leggere questo.

Quando non c’è coinvolgimento il tuo blog ed i tuoi social non ti serviranno a vendere viaggi.
Se pure il tuo contenuto fosse perfetto ma non riceve commenti, condivisioni o “Mi piace”, a cosa ti serve? Allora come scrivere contenuti coinvolgenti? Come creare contenuti social per vendere viaggi?

Se ti sei fatto questa domanda sei già sulla buona strada: hai capito che per vendere viaggi è importante avere contenuti giusti da diffondere sia sul tuo sito internet che sulle tue pagine social.

Per sviluppare un buon content marketing che abbia potenziale bisogna realizzare un piano editoriale preciso.

Occorre elaborare strategie che ci portino dritti al risultato nella maniera più proficua possibile.
Per questo prima si stabiliscono gli obiettivi, poi si decidono le strategie e le tattiche più adeguate per raggiungerli.
Se parliamo di contenuti, allora, dovrai decidere anche quali contenuti sono quelli più adeguati alla tua nicchia.

Quali argomenti dovrai trattare in maniera approfondita e quali puntare su forme più schematiche e veloci.

In un secondo momento potrai scendere più nel particolare e decidere quali articoli (o diversi contenuti come foto, video, podcast, storie ecc) realizzare.

Nel caso degli articoli per il tuo blog di viaggi ti servirà anche un piano strategico delle keywords che dovrai utilizzare per indicizzare il sito web e intercettare nuovi utenti della tua nicchia e creare contenuti.

Se, per esempio, vendi esperienze nei deserti americani dovrai scegliere tutte le parole che i potenziali clienti potrebbero utilizzare per cercare su Google viaggi e pacchetti vacanze inerenti la tua offerta. Devi in pratica sezionare quella che si chiama search intent, cioè l’intento che le persone hanno quando fanno una ricerca.

Può sembrare ostico, in effetti forse lo è, forse per questo un buon social media manager può essere oggi un ottimo investimento. 

LA STRATEGIA DI BUSINESS PRIMA DI CREARE CONTENUTI PER I SOCIAL

Tutto questo, però, presuppone che tu abbia già creato la migliore offerta turistica con pacchetti viaggio che siano adeguati per i tuoi clienti, che si vendano bene, che siano giusti per il momento in cui vendi.

La concorrenza oggi è spietata e per essere ricordati bisogna distinguersi.

 Per questo è necessario offrire qualcosa di nuovo, farlo in maniera professionale e allontanare il più possibile la paura di fregature.

Tutto questo lo si può fare creando contenuti d qualità per i social network e pubblicandoli con regolarità.

Sappi tuttavia che per scrivere contenuti coinvolgenti e di qualità per siti e social network non ci sono formule fisse o verità assolute.
Il contenuto che funziona lo decidono i dati: il numero di interazioni, di condivisioni, di “mi piace”, il tempo di permanenza sul tuo blog ecc.

E’ necessario sperimentare, innovare, inventare cose rischiando anche un pò, provando e riprovando contenuti nuovi con forme e stili originali o almeno tuoi personali.
Questa strada può essere utile per trovare la propria forma personale ed il proprio stile.

Ora immergiamoci nell’elenco pratico: ti indicherò le 10 regole per creare contenuti social per vendere viaggi che le persone adoreranno.

Ecco i contenuti che funzionano sui social e che funzioneranno ancora di più nell’era post Coronavirus.

Infatti la pandemia ha acuito il bisogno dei viaggiatori di informarsi meglio prima di partire e di prenotare un viaggio.
Saper fornire le giuste informazioni, saper comunicare nel modo giusto con il proprio pubblico farà la differenza nel turismo che verrà.

Sui social la merce più rara e preziosa è l’attenzione. Riuscire ad ottenerla seppure per pochi secondi può essere molto difficile

10 REGOLE PER CREARE CONTENUTI SOCIAL

1. TROVA IDEE E ARGOMENTI ADEGUATI AL TUO PUBBLICO

Questa è una delle parti più difficili della creazione di contenuti. Come detto in un’ottica di strategie di web marketing è sbagliato domandarsi “che cosa mi piace scrivere” oppure “che cosa mi va di scrivere oggi?”.
Sarebbe meglio partire dalla domanda: “quali contenuti potrebbero cercare gli utenti della mia nicchia?”, “quali bisogni informativi hanno relativamente alla mia offerta di viaggio?”.

Gli argomenti si scelgono in base alle strategie e non il contrario.

Una volta stilata una prima bozza di idee, questa deve essere confermata, convalidata e rafforzata da una intelligente ricerca delle parole chiave.
Se, per esempio, notiamo che un determinato argomento che credevano “potente” in realtà non viene cercato quasi mai su Google allora dovremo tenerne conto.

Il che non significa scartarlo ma inserirlo nella giusta strategia dei contenuti.

 

Attenzione alle parole chiave.

Per capire quanto una parola chiave è cercata ci sono vari strumenti anche gratuiti come Google Ads per la pianificazione delle parole chiave oppure anche semplicemente iniziando a digitare la parola su Google e leggere i suggerimenti che il motore ti proporrà.

Se vendi viaggi di gruppo al Polo Nord dovresti scrivere non solo articoli sui posti che visiteranno i tuoi clienti ma anche tutta una serie di notizie attinenti.

Per esempio sull’equipaggiamento da portare, illustrare che tipo di viaggio è (avventura, luxury ecc).

Per attirare nuovi utenti, e magari invogliarli a partire, potresti anche dedicare una serie di articoli per parlare esclusivamente dei posti, delle usanze, delle bellezze, delle persone e della cultura di quei posti.
Lo scopo è quello di attirare persone -che non hanno ancora deciso di fare un viaggio al Polo- di stimolarli e, magari, far venire loro il desiderio…

Quando si tratta di come scrivere contenuti appropriati è necessario innanzitutto prestare attenzione agli argomenti popolari nella propria nicchia.

Gli argomenti di tendenza possono essere una soluzione per inserirsi in scia… e poi sono ben accolti sui social.

Ma non sempre la scelta di puntare sulla popolarità può essere vincente.

Per questo dovresti approfondire le strategie delle keyword a coda lunga, quelle che hanno un minore volume di traffico ma che potrebbero intercettare meglio le persone che fanno quella specifica e magari rara ricerca.

Se, per esempio, una persona digita “viaggi di gruppo al Polo con partenza da Pescara”, capisci subito che chi fa questa ricerca ha diverse esigenze precise da soddisfare.
Ecco, allora, che se proprio tu vendi viaggi di gruppo, al Polo, con partenza da Pescara sei di sicuro avvantaggiato.

Ad una unica condizione: che il tuo sito internet sia posizionato per quelle parole chiave.

Cioè che dietro ci sia stato un lavoro complesso e ben congegnato di strategie sui contenuti con il fine di farsi trovare.

Il tuo sito internet è stato costruito con queste logiche o hai pagato solo una “vetrina su una strada poco frequentata”?

Esistono vari strumenti per aiutarti a trovare argomenti di tendenza.
Alcuni che utilizzo sono BuzzSumo, Google Trends e Feedly. Questi strumenti ti forniranno informazioni preziose sugli argomenti che sono più condivisi. Puoi seguirli regolarmente per trovare contenuti di tendenza.
Puoi anche visitare forum e siti di domande e risposte come Quora, Reddit e Yahoo Answers per cercare domande simili che molte persone si pongono.

Queste piattaforme presentano molte idee su argomenti popolari e su come scrivere contenuti su di essi.
Puoi fare ricerche anche su Instagram o Tripadvisor per avere informazioni maggiori su sentiment, destinazioni, attrazioni ecc

2. FARE RICERCHE APPROFONDITE PRIMA DI CREARE CONTENUTI SOCIAL

 

La ricerca è la parte che richiede più tempo per scrivere contenuti coinvolgenti. Elaborare bene un post significa avere tempo e scacciare la fretta.
Puoi includere ricerche su Google, blog, fonti ufficiali, statistiche, esperti.

Quali informazioni hanno trattato?

Quali argomenti sono di tendenza?

Prendi una posizione o elabora la tua visione di quegli stessi argomenti.
Leggi i commenti sui post dei blog scritti dai concorrenti per avere spunti.

 

Trova statistiche pertinenti, fatti, case study ed esempi a supporto delle tue affermazioni.

Dovresti anche dedicare tempo alla ricerca del tuo pubblico di destinazione.

Nello stesso tempo dovresti dedicare molto tempo allo studio dei dati delle tue piattaforme.

Da questi dovresti estrarre indicazioni utili su quali contenuti funzionano e quali forme di contenuti sono i preferiti dalla tua nicchia (articoli, post brevi, post lunghi, foto, video, meme ecc)

Un post su Facebook e sul blog ben scritto ha alle spalle una ricerca approfondita. Quindi, se ti stai chiedendo come creare contenuti social che i tuoi lettori adoreranno, investi molto tempo nella ricerca.

Per questo è importante avere alle spalle un buon piano editoriale ed un calendario studiato per soddisfare ogni tipologia di esigenza del tuo target.

Ricorda comunque che vista la complessità e vastità di questo universo molti agenti di viaggio si stanno sempre più convincendo che sul web marketing bisogna puntarci davvero.
Significa investire in personale o esternalizzare pensando ad una web agency specializzata in viaggi o in un consulente in travel marketing per creare ottimi prodotti e incrementare il business con buoni risultati.

Un investimento che elimina il rischio per chi vende viaggi di lavorare tanto sul Web, sottrarre tempo alla creazione di pacchetti e magari spendere soldi senza ottenere risultati soddisfacenti.

3. L’INCIPIT E’ TUTTO PER CREARE CONTENUTI SOCIAL

I post vengono sfogliati velocemente.

Si dice che l’intervallo di attenzione su Facebook è di soli otto secondi . Ecco che avere ottimi titoli e sottotitoli significa spingere il lettore a continuare a leggere.

Un titolo fatto male o una prima frase non accattivante non “inchioderà” alcun utente dei social.
Quindi, quando scrivi, ricorda che le persone non ne leggeranno molto.

Esamineranno i sottotitoli, le immagini e i video per ottenere il miglior messaggio possibile.
Secondo alcune ricerche, l’80% delle persone legge solo i titoli (e solo il 20% legge il contenuto rimanente).

Ricordati che, secondo alcuni, su Facebook i post devono essere brevi (al massimo 5 righe) mentre su Instagram possono essere molto più lunghi perchè la piattaforma dè già utilizzata anche per fare blogging.
Ma come detto non ci sono certezze assolute e regole sempre valide.

Dunque sperimenta post brevi e lunghi, fai diversi test e poi tira le tue personali conclusioni.

 

4. OTTIMIZZA LA LEGGIBILITA’

Rendi la vita semplice al tuo lettore.
Sii chiaro, fluido, semplice.

Frasi brevi, poche forme passive, meno incidentali possibili, tanti punti e virgole.
A questo puoi aggiungere altre forme che favoriscono gli schemi ed il visual come le infografiche.

Usa elenchi puntati o numerati quando descrivi passaggi, esempi, punti simili, casi studio e altro.

Gli elenchi brevi sono facili da capire e leggere.

Creare contenuti social. Intelligenza strategica per campagne social

5. USA LA TUA ESPERIENZA PER CREARE CONTENUTI SOCIAL

Se devi essere originale significa che non devi copiare nè riciclare.
Oltre che essere sbagliato perchè si ruba il lavoro di altri lo è anche dal punto di vista della Seo. Un articolo copiato viene declassato da Google.

Una buona idea riciclata potrebbe rovinarti l’immagine nel caso in cui gli utenti ti scoprano.

Perchè fare la figura dei disperati quando per creare contenuti di qualità occorre solo impegno e tempo?

Devi colpire i tuoi utenti e per farlo devi utilizzare le tue armi. La più potente è quella di farti conoscere e riconoscere.

Cioè devi parlare di te, di quello che fai, perchè lo fai, della tua passione
La tua esperienza è unica e qualsiasi cosa tu scriva della tua esperienza sarà unica.

Allora scegli da che parte stare

Creare contenuti che contengano opinioni o forte presa di posizione può essere una buona scelta anche se delicata. Ci sono tanti argomenti che interessano il tuo pubblico. Se tu prendi una posizione spingi gli altri a darti ragione o… torto.
In ogni caso si creano utili interazioni e noi vogliamo proprio questo.

Attenzione, però, a non esagerare, a non scadere nel sensazionalistico, a non utilizzare toni troppo accesi o eccessivi.
Inoltre, ricordati che chi è disposto a motivare e sostenere le proprie idee viene visto come una persona comunque autorevole e coraggiosa.

Anche questo può servire per far presa sui tuoi potenziali clienti.

I benefici? Per scrivere contenuti su tali argomenti, non avrai bisogno di dedicare troppo tempo alla ricerca poiché ne hai già familiarità.

Sarai in grado di giustificare l’argomento con tutte le tue forze e finirai per creare contenuti originali.

Risolvere un problema

Se c’è una soluzione che hai creato, questa è la tua occasione per dimostrarlo. La maggior parte dei post sul blog o sui social sono creati da qualcuno che condivide una soluzione che ha trovato per semplificarti la vita. Puoi fare lo stesso.

Puoi parlare dei tantissimi aspetti dei viaggi che vendi, dare consigli pratici su come comportarsi, cosa portare, a cosa stare attenti. Pensa a cosa i viaggiatori non penserebbero e aiutali a crescere e a vivere meglio l’esperienza che vendi.

6. AGGIUNGI UN PIZZICO DI UMORISMO E PUNTA AD EMOZIONARE

L’umorismo è un’arma potente. Attenzione però ad utilizzarla bene per evitare di farsi male.
Non tutti la comprendono, tienine conto.
E poi una risata può aprire il cuore e stimolare la memoria. Un buon meme, una buona battuta, un video originale e divertente può aiutare a farsi ricordare.
Scegli il tipo di umorismo che vuoi adottare e mantieni anche su questo una tua personale linea e stile.

7. CONCEDITI E APRITI AL TUO PUBBLICO

Sul Web vincono le persone. E le persone che vendono più viaggi sono quelle che già da tempo hanno puntato sulla Rete.

Guarda i travel blogger che dopo aver capitalizzato la loro audience ed essersi fatti un coriaceo seguito ora organizzano i loro viaggi, rubando clienti ad agenzie viaggi e tour operator.
Questo accade solo grazie al fatto che i travel blogger hanno saputo parlare e offrirsi al loro pubblico.

Sono riusciti a farsi conoscere per quello che sono, aprendosi con trasparenza e spontaneità fino a diventare familiari.
Anche tu come agente di viaggio o consulente di viaggio devi fare lo stesso per ottenere gli stessi risultati.

Il tuo obiettivo è stabilire una connessione con il pubblico.

Scrivi i tuoi post sui social immaginando di avere davanti a te il tuo cliente tipo. Fallo sentire come se parlasse con un amico o un professionista di cui fidarsi. Dimostraglielo con la tua professionalità e correttezza.

 

8. UTILIZZARE IMMAGINI, AUDIO, VIDEO AUTOPRODOTTI

Contenuti non vuol dire solo scrivere.

Anzi sui social saranno sempre più importanti le componenti grafiche.

Le immagini, i video, le grafiche nelle loro diverse forme (meme, infografiche, gif animate ecc) possono attirare l’attenzione.
Ma siccome vendi viaggi ti ho già detto tante volte che pubblicare fotostock gratis che hanno tutti significa conformarsi e non distinguersi dalla massa.

Ricordati che devi illustrare e mostrare il tuo prodotto, il viaggio che vendi tu non una foto generica di un posto per bella che sia.

Il metodo SmartAds.it è quello di creare contenuti durante i viaggi per poi distribuirli sulle diverse piattaforme, utilizzandoli come strumenti di web marketing.

I video belli, originali dei tuoi viaggi non saranno utili solo a colpire nuovi potenziali clienti ma serviranno per mettere in pratica strategie di web marketing volte ad aumentare la vendita del tuo viaggio. Scopri di più sulla potenza dei diari di viaggio.

Ricorda che oltre ad informare devi intrattenere e per farlo c’è bisogno di avere sempre qualcosa di interessante da dire e mostrare.

9. POSTARE CON REGOLARITA’

Aggiornare regolarmente i post del tuo blog ed i tuoi social è un aspetto importante della creazione di contenuti che le persone apprezzeranno e condivideranno.

Ricorda che la tua missione è costruire una relazione: quale relazione funziona se non c’è frequenza e frequentazione?

I tuoi clienti, il tuo pubblico nella migliore delle ipotesi ti è affezionato e per questo tu hai l’obbligo di prenderti cura di loro e di offrire il meglio di cui hanno bisogno.

In molti hanno paura a concedersi o a concedere valore, a fare cose senza un tornaconto.

Sul Web la gratuità è molto apprezzata e genera fiducia.
Offri valore, regala spunti, idee, soluzioni al tuo pubblico e vedrai che te ne sarà grato.
Ma fallo spontaneamente, sii felice di rendere felice il tuo pubblico.

Metti in circolo la generosità e “vedrai che qualcuno è già in cerca di te…”

 

10. L’INVITO ALL’AZIONE (LA CALL TO ACTION)

Ricordati che sul Web una delle priorità è quello di generare interazione per favorire le connessioni.

Dunque per ogni contenuto che scrivi interessante e coinvolgente crea anche una call to action, cioè un invito all’azione a fare qualcosa.
Sui social le persone adorano partecipare ed esprimere il proprio parere.
Dunque stimola i tuoi utenti con domande, sondaggi, quiz, giochi, challenge.

Chiedi pareri e invitali a fare proposte o a proporre una attività da fare in una determinata destinazione.

Spingili a raccontare le esperienze di viaggio, quelle belle e brutte e da quello che diranno potrai imparare molto.
E poi ci sono gli inviti a leggere il post sul blog, iscriversi alla news letter oppure (infine e senza abusare) anche a spingere una prenotazione.

L’importante è che le tue pagine social non siano una sequela di “compra questo”, “offerta speciale di quest’altro”, “prenota ora”, “parti subito” ecc.

Le call to action sono una parte importante nel social media marketing ma non senza criteri precisi e strategie di fondo.

10 REGOLE PER CREARE CONTENUTI SOCIAL: CONCLUSIONE

Riuscire a creare contenuti social di qualità non è facilissimo e non è una cosa veloce.

Chi ci riesce però sa come aumentare follower su Instagram, o come avere tanti mi piace alla pagina Facebook.

Del resto i risultati non si vedono nemmeno in tempi brevi ma sul medio lungo lungo periodo ma ti assicuro che, poi, la qualità delle relazioni create sarà di gran lunga migliore.

Tutto questo è volto alla creazione di clienti di qualità, quei clienti che compreranno da te e che, se non li deluderai, torneranno ancora e ancora.

Ricordati che il content marketing ha l’obiettivo di fidelizzare il tuo pubblico.

Ed il pubblico fedele è quello che comprerà da te più volte.
Provare per credere.

 


Leave a Reply

Facebook Twitter Linkedin Instagram YouTube Pinterest