Come fare email marketing per il turismo in 7 mosse

Migliora da solo il tuo email marketing per il turismo con questi consigli pratici pronti per essere applicati

Perché un agente di viaggio dovrebbe dedicarsi assolutamente alla cura del suo database email? C’è un modo facile per capire come fare email marketing per il turismo senza spendere cifre enormi o tanto tempo?

Se sei un imprenditore turistico hai probabilmente capito che devi per forza utilizzare il web per acquisire nuovi clienti.
Ti basti sapere, allora, che diverse fonti individuano l’email marketing come lo strumento più redditizio per acquisire nuovi clienti e con il Roi (ritorno dell’investimento) più alto.

Probabilmente non ci credi perché ti sarà capitato di mandare tante email promozionali e di non vendere nemmeno uno dei tuoi viaggi.

Sono pronto a scommettere che sia effettivamente così ma probabilmente avrai anche commesso errori abbastanza gravi e per questo hai ottenuto poco.

Con l’email marketing per il turismo, invece, si può personalizzare la comunicazione e tentare di instaurare con chi ha scelto di seguirti una connessione profonda che generi fiducia.

In questa breve guida per principianti potrai avere utili dritte per migliorare da solo il tuo email marketing per il turismo in sette mosse.

Proverò a darti i consigli più importanti affinché tu possa da solo riuscire ad aggiustare il tiro e aumentare le tue conversioni.
Sappi anche, però, che per fare email marketing turistico a livello professionale c’è bisogno di molto più tempo e fatica e per questo può essere vantaggioso rivolgersi ad esperti del settore.

1) RACCOGLI DATI IN MANIERA INTELLIGENTE PR FARE EMAIL MARKETING PER IL TURISMO


Chi ben comincia è a metà dell’opera.

Se vuoi davvero fare email marketing per il turismo a livello professionale devi cominciare con il piede giusto.
Questo significa che la differenza la farà la qualità delle email raccolte, insieme alla motivazione che ha spinto le persone a iscriversi alla tua newsletter.

Si potrebbe parlare per giorni di questo argomento e di come ci siano tanti modi intelligenti e opportuni per motivare le persone a lasciare i propri dati.

Quello che è certo è che ci vuole una motivazione forte alla base.

Pensa allora ad offrire contenuti di valore, dare informazioni riservate in anticipo, offrire ottime altre ragioni agli utenti per ricevere le tue comunicazioni future.

Qual è la tua buona ragione?

Una email non vale l’altra. Per questo è necessario anche ragionare sul target che si vuole raggiungere.


Come imprenditore del turismo, agente di viaggio o proprietario di hotel il tuo obiettivo non è avere email di persone qualunque ma di potenziali clienti.

Devi individuare la tipologia di utenti che potenzialmente potrebbero interagire con te, comprare uno dei tuoi viaggi o soggiornare nella struttura o nel tuo bed and breakfast.
Se vuoi vendere più viaggi avventurosi o sportivi dovrai organizzare una campagna con un magnete che sia fortemente attinente a questo ambito. Solo così potrai raccogliere email di persone in target.

2) AUTOMATIZZA IL PIU’ POSSIBILE PER FARE EMAIL MARKETING PER IL TURISMO


Immagino che tu sappia già che non dovrai mandare ogni email una per una. Ti dico però che c’è ancora gente che lo fa…
Tutte le piattaforme di email marketing offrono diversi servizi per l’automazione e per creare efficienti workflow (flussi di lavoro). Per il rapporto qualità/prezzo/servizi offerti Mailchimp è al momento l’opzione migliore (gratis fino a 2000 contatti).

Ci sono, dunque, molti modelli di email marketing.

È importante focalizzarsi nella costruzione di strategie complessive per poi stabilire quale sia la piattaforma migliore, quella più economica, quella più efficiente.

Insomma quella che tu sceglierai per fare le tue campagne di email marketing.

Va bene mandare la prima email di benvenuto ma automatizzare significa molto di più ed è qualcosa di un tantino più complesso.

Ci sono veri e propri progetti complessi da stilare per realizzare strategie di email marketing personalizzate e durature…

3) SEGMENTA LA TUA AUDIENCE


L’errore più grave è più comune in tema di email marketing per il turismo è quello di inviare la stessa email con il medesimo contenuto a tutta la nostra lista di indirizzi.
Dì la verità, l’hai fatto anche tu…

Nulla di più sbagliato.

Uno dei principi fondamentali del marketing, o meglio, del content marketing, è quello di offrire il miglior contenuto possibile alle persone che lo stanno cercando.

In pratica dare le risposte giuste a bisogni specifici.

Per fare questo tecnicamente bisogna suddividere la nostra lista di email faticosamente raccolte in segmenti.
I segmenti non sono altro che gruppi di persone omogenee che tu puoi individuare con il fine di inviare il medesimo tipo di comunicazione.


Un esempio di email marketing potrebbe essere questo: le persone che hanno comprato da te una vacanza al mare potrebbero far parte tutte di uno stesso gruppo. Possiamo, infatti, supporre che siano interessate ad altre offerte dello stesso tipo. Dunque puoi ragionare e decidere quali tipi di contenuti potrebbero desiderare, anche solo per scoprire qualcosa di interessante (non solo le tue… offerte).

Ci possono essere infiniti altri gruppi a seconda delle tue esigenze e strategie.

Per esempio i potenziali clienti, i clienti storici, i nuovi clienti, i clienti alto spendenti, persino i clienti più rognosi ai quali potrai indirizzare comunicazioni Molto più convincenti. Per ognuno di questi gruppi dovrai pensare a contenuti di qualità specifici. Nel caso pensa a rivolgerti ad un content creator specializzato per il turismo fortemente orientato al web marketing.

Occasione preziosissima per sviluppare una comunicazione personalizzata, opportuna e necessaria.

4) MESSAGGI SPECIFICI PER OGNI SEGMENTO: IL VERO SEGRETO PER FARE EMAIL MARKETING PER IL TURISMO


Ad ognuno il suo messaggio. Puntare sulla personalizzazione, pare sia questa la tendenza di marketing dei prossimi anni.

A questo punto avrai capito che lo scopo del gioco è proprio questo.
Un amante dello sport, in teoria, potrebbe essere molto interessante all’argomento “sport”.

Logica molto semplice che, però, trova più di un ostacolo nell’applicazione pratica.

Devi creare la tua strategia e andare fino in fondo con le tue campagne email e sondare di volta in volta quale contenuto cerare per quale gruppo specifico (segmento).

5) RACCONTA UNA STORIA PER FARE EMAIL MARKETING PER IL TURISMO

Affinché una campagna di email marketing possa avere successo c’è bisogno di scrivere email in un certo modo. L’oggetto della email è sicuramente determinante per l’apertura e per veicolare la comunicazione che segue.
Il titolo della email lo è altrettanto perché spinge gli occhi del lettore verso le prime righe.
Il contenuto, poi, dovrà farà la differenza.

Ci sono contenuti scritti bene, contenuti scritti male ma soprattutto ci sono contenuti che convincono e contenuti che non convincono a fare un’azione. (approfondisci la tua conoscenza sul content marketing)

Tutto si gioca in pochi secondi di fugace attenzione che potrebbe scemare immediatamente.

Oppure incredibilmente crescerà fino a catturare totalmente il lettore.

In questo caso riuscirai a portarlo su una pagina del sito web della tua agenzia viaggi o del tour operator per approfondire il discorso.

Insomma trova un’ottima ragione per inviare una email, racconta una storia, la tua storia, un retroscena…

Inventa qualcosa di divertente o interessante oppure semplicemente racconta un aneddoto di viaggio.

Per favore, però, non limitarti ad inviare soltanto sconti e offerte speciali: potrebbero non bastare.

email marketing per imprese turistiche

6) SCEGLI TEMPLATE ACCATTIVANTI

A proposito di contenuti: nel nostro caso l’abito fa il monaco. Ti sarà capitato di aprire migliaia di email tutte uguali semplicemente standard e comunissime.

Eppure sono convinto che quelle che hanno attirato maggiormente la tua attenzione sono quelle con banner nelle email, immagini mobili o persino video. Questo è comprensibile perché un’email bella anche graficamente può fare la differenza e indirizzare l’occhio proprio su quei bei pulsantoni….

Scegli il tuo modello di email ed il tuo template grafico per un email marketing di successo.

7) CALL TO ACTION E OBIETTIVO


E a proposito di pulsanti una delle cose più importanti è la “Call To Action”, cioè l’azione che vogliamo che l’utente compia.
Per stabilirlo c’è bisogno di fare un lavoro a monte completamente strategico che definisca con precisione l’obiettivo. Ci sono, poi, ulteriori strategie per le campagne di email marketing per cercare di definire e aggiornare la propria audience attraverso il monitoraggio di determinati link (e, dunque, monitorare le call to action). Inventa occasioni e pretesti per convogliare i tuoi contatti sul tuo sito web (ricordati di preparare una landing page apposita) o sulle tue pagine social (facebook, Instagram o altre che utilizzi).

Mai inviare email senza una call-to-action, senza una strategia di fondo e senza un obiettivo preciso e misurabile da monitorare.

L’email marketing è lo strumento più redditizio per acquisire/convertire clienti.

COME FARE EMAIL MARKETING PER IL TURISMO: CONCLUSIONE

E così questi erano i 7 punti importanti che possono aiutarti a migliorare le tue campagne di email marketing per il turismo.

C’è tuttavia un ulteriore addendum che non è specifico di questo argomento ma che dovrebbe essere il pilastro che anima tutta la tua impresa turistica.

Sto parlando della costanza e della comunicazione continua (che non significa assillare i propri utenti..).

Gli inglesi hanno utilizzato un termine che si adatta benissimo anche in italiano ed è quello di “nutrire” i propri contatti di contenuti appropriati. Insomma sforzarsi di essere sempre costantemente utili, opportuni.

Anzi necessari.

Fermati un attimo a riflettere e capirai che dopo il Covid-19 c’è bisogno di ripartire meglio di prima e di adeguare i tuoi obiettivi di business alla nuova normalità.

Mai come ora c’è bisogno di idee innovative per agenzie viaggi e tour operator per fare la differenza. Cerca nuovi orizzonti per sapere come pubblicizzare un pacchetto turistico e come vendere esperienze turistiche. Elabora un vero piano di marketing per tour operator per raggiungere le tue strategie di business turistico e far decollare finalmente la tua impresa turistica dopo la batosta della pandemia.

Fermati a riflettere un attimo sulla importanza della comunicazione e marketing online e riorganizza le tue forze. Se hai bisogno rivolgiti ad un consulente web marketing turistico.

Buon lavoro.


    Leave a Reply