Come pubblicizzare al meglio una pagina Facebook di viaggi

La nostra voce sui social ci caratterizza e ci aiuta a vendere le nostre esperienze turistiche

Riuscire a capire come pubblicizzare al meglio una pagina Facebook di viaggi e fare in modo che abbia tanti seguaci è di sicuro il primo passo per vendere di più.

Il metodo più veloce ma dispendioso è quello di creare pubblicità Facebook con obiettivo il like sulla pagina.

E’ questa una cosa che consiglio subito, all’inizio, appena aperta la nuova pagina Facebook. Ma capiamoci serve solo per non provare quel disagio psicologico di non avere nessuno che ci segua.

Ma esiste un metodo diverso che spiega come fare marketing senza pagare sui social e permetterà di incrementare la tua audience in maniera organica.

Bisogna creare una pagina Facebook o un account business Instagram per fare marketing con tanti contenuti interessanti e di qualità, in pratica, si autopromuove perchè svilupperà molte interazioni.

Questo porterà gli amici degli amici a notare, a lungo andare, anche la tua pagina.
In questo modo la tua audience aumenterà gradualmente e senza pagare campagne di Facebook Ads

Ma anche questo non basterà.

In molti credono che avere tanti amici sia l’obiettivo finale.

Ma non è così.

L’obiettivo finale è fare utili e, dunque, guadagnare.
E’ bene che tu sappia che gli amici della tua pagina Facebook devono avere anche determinate qualità specifiche affinchè abbiano un valore tangibile per te.

Ecco quali sono:

  • Utenti reali. Non mi ripeterò sulle motivazioni ma acquistare utenti Instagram o Facebook o taroccare con bot o altre pseudo intelligenti diavoleria non porterà nulla di buono. Gli amici della tua pagina devono essere persone in carne ed ossa e genuinamente acquisite.
  • Persone in target. Non semplici persone ma interessate al tuo prodotto, cioè dentro il tuo specifico target. Se vendi viaggi avventura devono essere persone che amano… l’avventura. I “pavidi” non fanno per te.
  • Reattive. Gli “amici” migliori sono quelli che reagiscono, che mettono spesso like, che guardano spesso le tue storie ecc. Insomma che sono vivi e lo dimostrano…
  • Attive. Significa che i tuoi seguaci devono essere spesso su Facebook e non collegarsi una volta al mese. Quelli valgono poco e non ti porteranno nulla.

Come già approfondito nel nostro 1° eBook gratis: quello che pubblichiamo sul Web ci caratterizza profondamente e contribuisce a raccontarci.

In pratica, sul Web siamo quello che pubblichiamo.

I SOCIAL: LA TUA VOCE

E’ fondamentale conoscere come pubblicizzare al meglio una pagina Facebook di una agenzia viaggi o tour operator è fondamentale fare attenzione a quale tipo di voce vogliamo avere sui social. 

Di cosa vogliamo parlare?
Come vogliamo apparire?
Come vogliamo che la gente ci veda e ci riconosca.
Saper comunicare nel modo adeguato e diretto è fondamentale.
Può fare la differenza.

Meglio stabilire prima di postare qualunque cosa che tipo di immagine professionale vogliamo dare di noi. E’ necessario che questa sia coerente con quella che gli utenti troveranno sul tuo sito e sul tuo blog.
Se siamo un tour operator che vende viaggi avventura presentarsi in giacca e cravatta per fare una Story su Instagram, per giunta dall’ufficio, potrebbe apparire un controsenso o semplicemente stonato.

Viceversa se facciamo una diretta dal nostro fuoristrada in movimento nel bel mezzo di un deserto, con le immagini che traballano, il vento nei capelli, le immagini potrebbero avere una forza dirompente e attrarre chi guarda, incuriosendolo.

In questo modo daremo di noi l’immagine… dell’avventura condensata in pochi secondi.

Se vuoi promuovere una pagina Facebook di una agenzia viaggi nel modo migliore devi domandarti come vuoi che le persone ti vedano, cioè come vuoi che ti ricordino.
Bastano 3 aggettivi, una particolarità, una immagine, una storia ecc… tutto può essere utile per essere ricordati.

E’ importante che tu possa trovare al più presto le tue qualità più importanti da “vendere” sul web.

Se vuoi apparire competente, allora, dovrai produrre contenuti che inducano i tuoi lettori a pensare che ne sai una più degli altri. Dimostra che hai sempre la soluzione giusta, che non ti perdi d’animo e sai come risolvere problemi e imprevisti.

Se vuoi apparire specializzato, allo stesso modo dovrai dimostrare di sapere tutto ma proprio tutto su quel determinato argomento specifico.

Ricorda che nell’era post Covid-19 è necessario dedicarsi ancora di più a comunicazione e marketing per soddisfare le nuove esigenze dei turisti.

EVITARE “L’EFFETTO SUPERMERCATO”

Ti ricordo che è un errore gravissimo -come ti ho già detto nel primo eBook- “vendere tutto sul web”, cioè qualunque pacchetto o viaggio.
E’ dannatamente sbagliato creare “l’effetto supermercato” se non sei un supermercato.
Viceversa, è fondamentale apparire specializzato in un determinato settore o nicchia.
Questo perché le persone sono più propense a rivolgersi a chi è specializzato rispetto ad uno che è generalista.

Come strategia complessiva, dunque, anche se continui a “vendere tutto” nella tua agenzia viaggi fisica, sul web è opportuno che le persone si ricordino di te per un aspetto specifico.

Decidi quale è la tua specializzazione e punta nelle tue pagine social su argomenti correlati a questa. 

Affronta tutti gli aspetti della tua branca e tutte le prospettive possibili.

Se il tuo focus sono i “viaggi al Polo”, dovrai rimanere sul pezzo parlando solo dei viaggi al Polo e di tutto quello che è connesso con questo argomento. Pubblicare all’improvviso foto di New York o dell’Africa, potrebbero destabilizzare i tuoi fan che si aspettano qualcosa sui… viaggi al polo ed è per questo che hanno deciso di seguirti.

Ad ogni modo ti consiglio di attivare strategie di social marketing mirate per il Facebook Shop e Instagram Shop che possono darti buone soddisfazioni (ma qui parliamo di inserzioni Facebook a pagamento).

promuovere una pagina facebook di agenzie viaggigestione inserzioni facebook pubblicita instagram google ads

I social non sono creati per dare il massimo senza pagare

COME PUBBLICIZZARE AL MEGLIO UNA PAGINA FACEBOOK DI VIAGGI: MAI ANDARE FUORI CONTESTO

Essere fuori contesto può essere un errore strategico di marketing.
La logica della specializzazione credo di poter dire non ha eccezioni.
Per questo, anche confortato da alcuni esempi di grandi gruppi imprenditoriali turistici, è consigliabile aprire eventualmente più pagine settoriali e di nicchia, piuttosto che averne una sola generalista.

Se vuoi avere risultati e promuovere la tua pagina Facebook di un tour operator è sicuramente più vantaggioso -dal punto di vista delle tecniche di marketing- avere una pagina che si occupa solo dei “viaggi al Polo”, un’altra pagina social che si occupa dei “safari”, un’altra che miri a vendere “viaggi nei paesi esotici” e così via.

Naturalmente tutte queste pagine dovranno essere gestite in maniera professionale. 

Ci vorrà moltissimo tempo e anche tanto denaro per farlo. Si tratta di un lavoro che ha bisogno di competenze specifiche e per questo in molti preferiscono affidarsi ad un social media manager per fare del buon social media marketing per il turismo grazie a consulenti web marketing specializzati.
Con il tempo riuscirai a creare una vera macchina da guerra in grado di generare profitti più che soddisfacenti per molto tempo.

COME PUBBLICIZZARE AL MEGLIO UNA PAGINA FACEBOOK: STIMOLARE L’INTERAZIONE

Se c’è un’ossessione che dovrai avere nel gestire le tue pagine social è quella di stimolare l’interazione.

Se hai grandi contenuti di qualità ma poche interazioni non hai raggiunto l’obiettivo.

Interazioni (o engagement) significa aver depositato il proprio messaggio all’utente e aver stimolato in lui una reazione che può essere anche negativa o avversa ma pur sempre una interazione.

Le interazioni rendono per te gli utenti diversi dagli altri.

C’è una bella differenza tra un utente che vede il tuo post e passa oltre e chi, invece, lo legge, si ferma e metti magari anche un like.

Se, poi, questo utente, dopo aver visto il tuo post, decide di diventare Fan della tua pagina e di seguirti, allora, la differenza è ancora maggiore.
Mettiamo, poi, che questo stesso utente, dopo averti eseguito per mesi, decidesse di chiederti una consulenza o informazioni sul tuo viaggio, capisci che diventa, ancora una volta, un qualcosa di diverso e di maggiormente prezioso.

Pensa ai tuoi contenuti sempre in un’ottica di stimolazione degli utenti per aumentare le interazioni. 

Anche perchè l’algoritmo di Facebook e Instagram premieranno il tuo post e lo mostreranno a più persone (visibilità in più gratuita…)

COME PUBBLICIZZARE AL MEGLIO UNA PAGINA FACEBOOK DI VIAGGI:  STIMOLARE RECENSIONI

I social sono molto importanti per la reputazione, tua e della tua impresa.
Di solito le persone, dopo aver fatto una ricerca su Google, finiscono sui social per capire cosa le persone pensano e dicono di te e della tua agenzia.

Atterrano sulle tue pagine social per controllare cosa dicono le persone che hanno viaggiato con te, come hanno giudicato il tuo servizio e se vale la pena comprare da te.
Questo significa che bisogna avere un’attenzione elevata verso i commenti degli utenti e bisogna imparare a gestirli quando non saranno positivi e prima o poi capita a tutti.

Allo stesso modo dovrai trovare strategie di marketing per il turismo per stimolare le recensioni positive dei tuoi clienti e fare in modo che questi lascino il segno del loro passaggio su tutti i tuoi account.
Questo ti darà una grande forza contrattuale perché quello che dice chi ti ha scelto varrà sempre molto di più rispetto a quello che potrai dire tu.

Tutto questo ti aiuterà moltissimo a trovare nuovi clienti interessati.

I contenuti di qualità possono in certi casi sostituire campagne a pagamento. E’ raro ma può accadere. 

COME PUBBLICIZZARE AL MEGLIO UNA PAGINA FACEBOOK: LE STORIE

Fare social media marketing con le storie su Facebook e Instagram (e magari anche su Youtube) è un capitolo delicato poichè sono uno strumento “in divenire”, possono essere fortemente personalizzate e molto utili per un’agenzia di viaggi ed un tour operator.
Intanto le Storie hanno una maggiore visibilità rispetto a un post di Facebook o di Instagram, anche perché c’è ancora una grande percentuale di account che non le sfrutta.

Come per tutto il resto è bene avere una strategia apposita anche per la produzione di contenuti destinati alle Storie.

Tieni presente che bisogna essere concisi, accattivanti, interessanti se vuoi che persone vedano le tue Storie una di seguito all’altra.

Trattando di viaggi, le Storie possono tornare molto utili, per esempio, per descrivere o pubblicare in tempo reale o in diretta determinati eventi.
Nell’ambito di un diario di viaggio o di un racconto di viaggio questo formato può risultare molto immediato ed indicato per instaurare una connessione che può trasformarsi in duratura.

LA REGOLA AUREA: PUBBLICARE VIDEO DI QUALITA’

E’ importante conoscere le tecniche dello storytelling di viaggio ma anche alcune conoscenze dello specifico strumento che utilizziamo (Facebook, Instagram, YouTube, Twitter, Pinterest ecc).
Un aspetto fondamentale per riuscire a pubblicizzare una pagina Facebook di una agenzia viaggi è quello di creare e pubblicare video di qualità

Il flusso del racconto deve essere continuo, interessante, sempre diverso e utile al tuo obiettivo di business.

In molti stanno capendo che foto e video originali sono importantissimi per distinguersi.
Ma non tutti riescono a produrre contenuti davvero di qualità. Tanti avviano le dirette e via. 

Altri non si dedicano affatto alla post produzione.

Per non parlare del montaggio o della costruzione di un vero prodotto di video marketing.
Insomma oggi per differenziarsi davvero c’è bisogno di pubblicare prodotti di qualità che permettano agli utenti dei social di penetrare nell’intimità delle esperienze turistiche proposte.

Non c’è bisogno di fare capolavori cinematografici bastano buone immagini, una buona struttura narrativa, ritmo e una musica che coinvolga ed amplifichi le emozioni.

Come fare pubblicità su Facebook gratis? Per esempio riuscendo a pubblicare contenuti che poi diventano virali perchè colpiscono e si autopromuovono grazie a migliaia di condivisioni. Non capita spesso ma può essere un buon obiettivo verso cui si deve tendere sempre.

Il tuo obiettivo non è avere tanti amici ma tanti amici che comprano quello che offri

COME PUBBLICIZZARE AL MEGLIO UNA PAGINA FACEBOOK DI VIAGGI CON IL METODO SMARTADS.IT

Nel metodo SmartAds.it lo storytelling di viaggio nelle Storie viene utilizzate in tempo reale per descrivere il viaggio che si sta svolgendo con foto, immagini, descrizioni dei momenti più salienti.

Qui vengono inseriti video brevi e apparentemente “improvvisati” con un taglio stile “dietro le quinte” che possono contribuire ad aumentare l’engagement con l’interesse degli utenti.
I video che si pubblicano, invece, nei post di Facebook o nell’Instagram TV devono essere qualitativamente diversi, migliori, abilmente post prodotti ed avere una lunghezza adeguata al formato.

Concludendo le Storie possono essere l’ideale per la presa diretta di eventi, per i “dietro le quinte” (quello che non si vedrà nei video racconti del viaggio “istituzionale”), per contenuti esclusivi, e devono essere più informali, meno paludate, brevi, segmentando il racconto in più parti e spezzoni.
Pubblicare 3-4 storie al giorno può essere un’ottima strategia per essere sempre visibili.
Immagina le storie anche come strumento per un piccolo funnel, cioè un percorso guidato dell’utente che viene condotto a fare un’azione contenuta nell’ultima storia.

Anche qui obiettivo: stimolare le interazioni.

    Review Overview
    SUMMARY
    4.5

    Leave a Reply

    Facebook Twitter Linkedin Instagram YouTube Pinterest