Google My Business: come cambierà nel 2020

Una serie di aggiornamenti chiave nel 2019 sono già operativi e cambieranno l’impatto per le piccole attività locali.

Se sei una azienda, un negozio, un professionista, una attività locale nel mondo fisico, Google My Business (GMB) è lo strumento principale per entrare nel mondo digitale.

Google si affida sempre più ai contenuti di GMB per il posizionamento e meno alle citazioni di terze parti e ai segnali off-page rispetto al passato.
Una sola ragione su tutte le altre prevale affinchè ogni azienda punti su Google My Business: è uno strumento gratuito di Google e per questo sarà sempre privilegiato dal motore di ricerca su altre piattaforme.

Significa avere visibilità in più gratuita specie se necessaria per attività locali.
L’anno appena trascorso ha visto una serie di piccole modifiche nel prezioso strumento: talvolta impercettibili, talvolta hanno influito sull’algoritmo di Google, sulla visibilità e l’indicizzazione.

TUTTI CERCANO ATTIVITA’ LOCALI

Solo per avere una idea Google fornisce qualche dato sulle ricerche che riguardano attività locali e commerciali.

Eccole:

  • 5 miliardi di ricerche di ristoranti su Google;
  • 3 miliardi di ricerche di hotel;
  • 1 miliardo di ricerche di negozi di abbigliamento
  • 600 milioni di ricerche di saloni di bellezza e parrucchieri
  • 5 milioni di ricerche di bar.

Insomma sta cambiando anche il modo di fare acquisti nei negozi locali e sembra proprio che prima i clienti passino dal web per sbirciare, informarsi o verificare e comparare prezzi. Google My Business è di sicuro uno strumento utile per attirare nuovi clienti in un negozio o un ristorante.
Dunque meglio saperlo e giocare d’anticipo.

Che cos’è Google My Business?

Google My Business è uno strumento gratuito che ti consente di gestire la presenza online della tua attività locale su Google, compresi Ricerca e Maps. Questo significa che per determinate ricerche inerenti la tua nicchia a destra dei risultati potrebbe apparire la mappa con la posizione della tua attività con una serie di altre informazioni utili per l’agognato incontro con il potenziale cliente.


Se gestisci un’attività che serve i clienti presso una determinata località oppure offri i tuoi servizi presso una determinata area coperta dal servizio, Google My Business può aiutare le persone a trovarti. Le attività verificate su Google hanno il doppio delle possibilità di essere considerate affidabili dai consumatori.


Mettiti nei panni di un potenziale cliente. Si trova a tre isolati dal tuo negozio e sta cercando all’interno del quartiere proprio i prodotti e i servizi che offri.
Magari ha visto l’insegna o ha sentito parlare di te da un amico. Se cerca i tuoi servizi su Google, che cosa troverà?
Garantendo la presenza della tua attività su Google My Business puoi aiutare i clienti a scoprire i prodotti e i servizi che offri, a contattarti e a trovare la tua sede.
Il tutto gratuitamente.

Google My Business fatti trovare, seo per attività locali

FARSI TROVARE SUL WEB: SEO E LOCAL SEO CON GOOGLE MY BUSINESS

Esistono diversi metodi per gestire il modo in cui la tua attività viene visualizzata online.

1. L’ottimizzazione per i motori di ricerca o SEO (Search Engine Optimization).

Fa riferimento al modo in cui i risultati vengono mostrati quando qualcuno utilizza un motore di ricerca come Google. Tali risultati vengono chiamati risultati di ricerca organica. Non puoi pagare per cambiare come e dove vengono mostrati i risultati di ricerca organica: sono determinati da diversi fattori, ad esempio il livello di pertinenza rispetto alla ricerca originale. Scopri come possiamo migliorare la SEO attraverso la creazione di contenuti di qualità.

2. Il marketing per i motori di ricerca o SEM.

Fa riferimento agli annunci pubblicitari che acquisti in modo che vengano pubblicati in corrispondenza dei risultati di ricerca. Puoi fare tutto ciò utilizzando Google Ads, il programma pubblicitario online di Google. Si tratta di un utilissimo strumento che si aggiunge (ma non si sovrappone alle Facebook Ads o Instagram Ads) poichè intercetta “utenti caldi” che hanno già espresso un loro desiderio/bisogno attraverso una specifica ricerca.
Se sei una pizzeria di Pescara potresti (anzi dovresti) acquistare pubblicità su Google Ads per impostare una campagna Sem cosìcchè nel caso in cui non uscissi tra i primi risultati organici (gratis) potresti esserci comunque con un annuncio a pagamento.
Scopri come possiamo aiutarti a gestire le tue campagne pubblicitarie online.

3. Google My Business, invece, ti aiuta a gestire i risultati locali.

Questi vengono mostrati in diversi modi su Maps e Ricerca. Tali risultati vengono personalizzati per specifiche aree geografiche e aiutano gli utenti a trovare le attività nelle vicinanze. Scopri in che modo Google determina il posizionamento dei risultati locali. 

Ricapitolando, il SEO, il SEM e la gestione dei risultati locali sono tutti strumenti per migliorare la tua presenza online. Adesso esaminiamo più approfonditamente i risultati locali e che cosa puoi fare con Google My Business.

Cosa puoi fare con Google My Business

Google My Business ti consente di usufruire di tre tipologie di vantaggi:

– Mostrare sul Web informazioni accurate sulla tua attività

Comunica a Google orari, sito web, numero di telefono e sede (l’indirizzo, l’area coperta dal servizio o un indicatore di posizione, a seconda del tipo di attività).
Utilizza l’app per dispositivi mobili per garantire una presenza online costante, ovunque ti trovi.

– Interagire con i clienti

Pubblica foto della tua attività e dei prodotti e dei servizi offerti.
Raccogli e rispondi alle recensioni dei clienti.

– Attirare nuovi clienti

Migliora la presenza online della tua attività così da permettere a nuovi clienti di trovarti.
Indirizza i clienti al tuo sito web.
Anche su Google My Business è possibile pubblicare post come per tutti gli altri social network con la differenza che questi contenuti saranno mostrati nelle ricerche in cui la tua scheda compaia.

Il nostro consiglio, dunque, è quello di considerare addirittura prioritaria questa piattaforma poichè -se impostata nel modo giusto- può garantire una visibilità maggiore e targettizzata per la tua attività.

Considera di pubblicare regolarmente su Google My Business post almeno due volte a settimana.

Se non sai come fare possiamo darti una mano. Contattaci subito per una consulenza gratuita.

attività locali local seo fatti trovare Google My Business

GOOGLE MY BUSINESS SVILUPPI E TENDENZE PER IL 2020

Di seguito è riportato un riepilogo della maggior parte degli aggiornamenti e delle modifiche di Google My Business, insieme ad alcuni altri che non lo riguardano direttamente ma che hanno comunque influenza.
Cambiamenti importanti per chi si occupa di local seo, di indicizzazione e di web marketing locale ed intende reperire visibilità gratuità per le attività locali.

PIU’ FORZA ALLA MESSAGGISTICA

Google fin dallo scorso gennaio ha iniziato ad enfatizzare la messaggistica nel profilo GMB, sebbene abbia costretto i proprietari di attività e le agenzie a inviare messaggi esclusivamente tramite l’ app Google My Business , a seguito dell’abbandono della messaggistica basata su SMS.
La società ha introdotto un nuovo flusso di iscrizione per le imprese di servizi locali. Si inizia con una domanda sul fatto che l’azienda abbia un negozio o un ufficio.
Google ha inoltre fornito indicazioni su chi è idoneo a creare una pagina GMB per un ufficio virtuale. In particolare, deve esserci stabilmente comunque personale all’indirizzo fornito.

NOVITA’ PER GLI HOTEL

Google ha annunciato che gli operatori degli hotel possono ora inserire i loro orari di check-in e check-out direttamente in Google My Business.
La società ha anche iniziato a testare le indicazioni a piedi in realtà aumentata su Maps. Li ha implementati ampiamente in agosto (con il LiveView che contiene indicazioni direttamente in Street View).
A febbraio, Google ha anche iniziato a consentire ai proprietari di attività commerciali (verificati in Google My Business) di rispondere alle recensioni su Google Maps sul desktop, piuttosto che obbligarli soltanto ad utilzizare la app.

LA LISTA DI ATTESA PER I RISTORANTI

Google ha poi aggiunto partendo dagli Usa una funzione per la prenotazione in app per i ristoranti. Gli utenti inseriscono poche informazioni utili come il numero delle persone e ricevono messaggi che li aggiornano sullo stato della loro attesa per il tavolo.

PRENOTARE E PARLARE AL TELEFONO CON UN COMPUTER

Google ha poi annunciato di aver lanciato un nuovo innovativo programma di intelligenza artificiale per prendere prenotazioni al telefono.
Il servizio si chiama Duplex https://ai.googleblog.com/2018/05/duplex-ai-system-for-natural-conversation.html e negli Usa già permette di prendere prenotazioni dei ristoranti in 43 stati.

LE SCHEDE DEI RISULTATI LOCALI

Le schede di attività commerciali che compaiono nei risultati di ricerca di Google Assistant o di Google Home sono tratte da schede di annunci garantiti di Google o elenchi certificati dai partner.
A marzo Google ha iniziato a consentire la sponsorizzazione dei post di GMB.

PIATTI POPOLARI E SPESA ONLINE

Google ha poi introdotto il servizio clienti a pagamento per le piccole e medie imprese a 39 dollari al mese. Si tratta di un centralino presieduto da una intelligenza artificiale in grado di assolvere determinate operazioni.
Sono state aggiunte man mano varie funzionalità anche a Google Assistant come l’ordinazione della spesa attraverso una serie di partner. Il servizio è partito negli Usa e ben presto si estenderà anche al resto del mondo.
Verso giugno altra novità per i ristoranti per i quali campeggiano in bella mostra i “piatti più popolari” scelti sempre attraverso un algoritmo che decreta la foto della pietanza più vista.

“RICHIEDI UN PREVENTIVO”

Verso luglio un pulsante “richiedi un preventivo” ha iniziato a comparire nei pannelli e nelle schede locali di Google My Business per alcune aziende che hanno aderito alla messaggistica GMB. È apparso anche su cellulare e su PC.
Google ha poi iniziato a testare un’altra funzionalità molto importante e delicata: i sottotitoli automatici per descrivere l’attività commerciale.

Si tratta di un meccanismo di apprendimento automatico delle recensioni degli utenti. Appaiono solo quando ci sono abbastanza recensioni degli utenti, nella scheda recensioni del profilo GMB. Dovrebbe essere una sorta di descrizione sintetica della mission dell’impresa locale.

Per gli hotel ancora un aggiornamento per aggiungere altri dettagli di servizi, visualizzati in Ricerca e Mappe.
Ad agosto è stata introdotto la gestione collettiva delle recensioni che consente alle aziende di visualizzare le recensioni per più schede contemporaneamente, nonché di rispondere alle recensioni per più località.

GESTIONE DI PIU’ ACCOUNT CONTEMPORANEAMENTE

Per i professionisti novità in vista nel 2020 con un programma simile e parallelo. Diretto ai servizi professionali, Google Screened è attualmente limitato a pochi mercati e professioni: avvocati, agenti immobiliari e finanziari a San Diego e Houston.

E’ stata avviata la sperimentazione anche di una nuova opzione per “cercare per foto ” nei risultati mobili. Appaiono come un modulo nella SERP che si apre su una pagina più grande di immagini con classificazione a stelle.

Verso la fine del 2019 sono arrivati altri aggiornamenti, tutti orientati a fornire maggiore visibilità dei contenuti delle schede di Google My Business delle attività locali.

  • Google ha iniziato a mostrare caroselli con recensioni locali (e contenuti di domande e risposte) sui profili di attività commerciali locali, se pertinenti alla query di ricerca e ci sono abbastanza “recensioni di alta qualità”.
  • Ha anche iniziato a creare automaticamente post da foto GMB. Anche questi messaggi automatici non possono essere eliminati dal proprietario dell’attività.
  • Ha inoltre testato una funzione di “scelta area” che consente agli utenti mobili di perfezionare ulteriormente l’area di ricerca al di sotto del livello della città. D’altro canto, ora consente alle aziende di designare una grande area metropolitana (MSA) come area di servizio , piuttosto che fornire un lungo elenco di aree più piccole che l’azienda serve.
Se hai bisogno di aprire un account Google My Business, impostare e gestire il tuo profilo non esitare a chiamarci per un consulenza gratuita su come procedere. 

Leave a Reply

Facebook Twitter Linkedin Instagram YouTube Pinterest