Agente di viaggio, il turismo è cambiato. E tu?

Il mondo delle agenzie di viaggio saprà rinnovarsi in fretta e adeguarsi alle nuove esigenze del mondo del turismo?

Il mondo corre in fretta persino quando è bloccato da una pandemia. Ed il Coronavirus sembra averlo addirittura accelerato. Ogni agente di viaggio dovrebbe essere in grado oggi di adeguarsi in fretta alle nuove esigenze e di comprendere ancora meglio i bisogni dei nuovi turisti.

 La fase del lockdown ci ha fatto capire che siamo tutti in grado di adattarci ai cambiamenti, accettarli e modificare le nostre abitudini da un momento all’altro e senza preavviso.

Quanti di voi hanno fatto durante la quarantena qualcosa di nuovo sul Web? 

Quanti hanno dovuto imparare in fretta solo perchè non avevano alternativa ma in compenso avevano tempo?

E’ per questo che a maggior ragione dovremmo accettare cambiamenti necessari ma che possiamo fare volontariamente e gradatamente.

Penso alle agenzie di viaggio e ai tour operator che hanno trascurato per troppo tempo il mondo digitale ed il proprio sito internet ignorando come si possano attrarre clienti da Google con un lavoro meticoloso e lungo ma dai frutti preziosi.

Oppure tutti quegli agenti di viaggio che hanno gestito i social in maniera non professionale e spesso improvvisata credendo di risparmiare e di essere un vero esperto social media marketing.

E così sono rimasti indietro perdendo terreno ogni giorno.

Se fino allo scorso gennaio questa impostazione culturale poteva essere scusata, dopo il Coronavirus, l’arretratezza digitale potrebbe decretare la morte di quelle imprese già pesantemente atterrate dalla crisi globale.

AGENTE DI VIAGGIO IL TURISMO E’ CAMBIATO. E TU?

Il turismo ed i viaggi nel mondo sono cambiati per sempre.

Una cosa, però, mi sento di dirtela: 

nel prossimo futuro turisti e viaggiatori avranno bisogno di ancora più assistenza, sostegno, aiuto, consulenza e consigli professionali. Avranno bisogno di maggiore fiducia, informazioni, rassicurazioni, idee nuove e soluzioni nuove.

In definitiva avranno sempre più bisogno di un consulente di viaggio, di una agenzia che li assista. Quindi se ci pensi da questa crisi potrebbe venir fuori un maggiore bisogno di chi con professionalità organizza viaggi. Ci si potrebbe allora attendere una netta flessione dei viaggi fai-da-te (con quello che significa…)

 Per cercare di risollevarsi le agenzie viaggi dovrebbero riuscire ad organizzare subito offerte vacanze adeguate al momento. E’ importante capire cosa vendere per le prossime vacanze estive di luglio e agosto 2020. Vendere si può anzi mi sento di dire “si deve” se non altro per cercare di incamerare liquidità e limitare i danni.

Ci sarà molta gente che si sta già domandando dove andare in vacanza ad agosto, che cercherà vacanze sicure, offerte viaggi in italia o magari pacchetti con soggiorni brevi in Italia.

Tutto questo lo si potrà fare bene, portando i risultati sperati solo attraverso un buon piano di comunicazione ed un marketing intelligente, attraverso sito web, social e newsletter. In due parole con il web marketing. 

Altro fatto certo è che nei due mesi rinchiusi dentro casa le persone hanno cambiato le proprie abitudini è sviluppato nuove esigenze e bisogni. 

Ogni agente di viaggio deve, allora, principalmente capire che, quando si potrà tornare a viaggiare, non ci saranno più gli stessi turisti di prima ma viaggiatori con pensieri nuovi, esigenze e desideri completamente diversi da prima.

Per questo è assurdo pensare di portare avanti un’agenzia di viaggio o un tour operator senza adeguarsi ai tempi, senza comprendere queste nuove esigenze. 

Oggi più che mai è impossibile avere un’impresa turistica di successo prescindendo da Internet e senza sfruttare i potenti mezzi che il web marketing mette a disposizione di ognuno.

Che ti piaccia o no Internet oggi è fondamentale come l’energia elettrica.

Prova a pensare una quarantena senza energia elettrica… Un incubo.

Prova a pensare ora ad una quarantena senza Internet: niente cellulari, niente notizie, niente mail, niente social e isolamento più totale….  

Oggi è possibile aumentare pubblico con attivitá marketing mirate e sostenibili.

SALTO CULTURALE PER UN AGENTE DI VIAGGIO 2.0

Dunque si tratta di fare “solo” un salto culturale.

Non si tratta di una questione economica e di non avere sufficienti risorse.  

E’ solo un atteggiamento mentale nuovo che ognuno di noi dovrebbe avere, una sorta di predisposizione all’aggiornamento e al cambiamento del modo di fare business

Una volta che come agente di viaggio avrai deciso il cambiamento verso il web marketing le strade da percorrere sono essenzialmente due.

La prima è quella di puntare sul proprio aggiornamento professionale iniziando a studiare da sé le nozioni basilari dell’online marketing, di come si debbano utilizzare al meglio i social o approfondire nozioni di base della seo per potenziare il proprio sito.

La seconda strada  rimane quella di affidare il servizio ad una risorsa specifica ma dedicata che sia all’esterno oppure no. In molti stanno cercando web agency specializzate nel mondo dei viaggi per assicurare competenza e risultati nell’assistenza alla vendita online.

 

L’importante, in ogni caso, è che vi siano persone che si possano dedicare in maniera esclusiva all’universo del web marketing.

Al giorno d’oggi non è più scusabile, infatti, l’errore di destinare tempo e risorse residue a questo importante aspetto del tuo business che può crearti una vitale fonte di approvvigionamento clienti. 

Attenzione, non soltanto nuove vendite ma un rapporto nuovo improntato alla fidelizzazione clienti.

 

NON E’ MAI TROPPO TARDI PER RECUPERARE TERRENO

Prima si ha coscienza del problema, prima si può iniziare a risolverlo. Non è mai troppo tardi per recuperare terreno e mettersi in pari.  

Se il Web per te è rimasto un universo oscuro, oggi è il momento di  cambiare metodo per vendere viaggi, di aggiornarsi e di diventare finalmente un consulente di viaggio 2.0 nell’era post pandemia.

 Anche perché un concetto deve essere ben chiaro: 

il consulente di viaggio o l’agente di viaggio, la guida turistica o il tour operator devono pensare esclusivamente alla creazione dei pacchetti viaggio e turistici, alle esperienze, alla gestione dell’agenzia o del tour operator.  

Dopo il Coronavirus, il Web acquisterà ancora più importanza e potere nella vendita dei viaggi. Ci sarà estremo bisogno di buona comunicazione e di marketing intelligente.  

agente di viaggio digitale 2.0 pronto per l'era post Coronavirus

AGENTE DI VIAGGIO FA’ LA TUA SCELTA DI FONDO

Non è più sostenibile una commistione di funzioni in capo ad una sola persona.

Il web marketing è diventato una terra sconfinata troppo ampia da conoscere persino per gli addetti ai lavori. 

Per questo molti marketers preferiscono specializzarsi in un ambito preciso di questo sconfinato universo.

Figuriamoci allora come un agente di viaggio possa gestire bene la propria agenzia, occupandosi anche del marketing, essendo consulente web di se stesso, ed evitando errori grossolani e strategici. 

 E’ umanamente impossibile.

Dunque: cambia passo.

Una nuova era è già cominciata. E non sei da solo.




Leave a Reply

Facebook Twitter Linkedin Instagram YouTube Pinterest